“Cattedrali per Sant’Agata d’Agosto”, successo per l’iniziativa del comitato dei festeggiamenti agatini: eventi, premiazioni e concerti

“Cattedrali per Sant’Agata d’Agosto”, successo per l’iniziativa del comitato dei festeggiamenti agatini: eventi, premiazioni e concerti

CATANIA – Grande successo per l’iniziativa “Cattedrali per Sant’Agata d’Agosto” voluta dal comitato dei festeggiamenti agatini in onore della festa estiva dedicata alla Santa Patrona Agata e momento finale di una serie di attività che si sono svolte intorno al 17 agosto.


Un anno diverso quello che si è vissuto, in cui i cittadini, a causa dell’emergenza sanitaria, non hanno potuto rivedere la Santa né partecipare fisicamente alla Messa. Questo non ha però scalfito la voglia di essere vicino a Sant’Agata, di partecipare con la preghiera e il cuore colmo di fede a questo momento storico assai importante: ricorre infatti il 17 agosto il rientro a Catania delle reliquie di Sant’Agata.


Tra i momenti clou di questi giorni la consegna del vetro protettivo nell’altarino di via Dusmet: troppo spesso oggetto di atti vandalici, grazie a una raccolta dei devoti è stato installato un nuovo vetro protettivo. Qui proprio il 17 si è svolto un omaggio floreale da parte del comitato, con in testa il suo presidente Riccardo Tomasello, accompagnato dal presidente del consiglio comunale di Catania Giuseppe Castiglione e la partecipazione di molti devoti. Un omaggio floreale è poi stato fatto dal Comitato anche in Cattedrale.


Sempre il 17 si è svolta la premiazione della migliore vetrina di Sant’Agata insieme a Lorenzo Costanzo, segretario della CIDEC Catania: Bar Opera Prima di via Umberto e Erboristeria Bio Antologia di via Monsignor Ventimiglia del dottor Salvatore Cantarella si sono aggiudicati il riconoscimento.



Ancora, nella chiesa di San Nicolò l’Arena – in piazza Dante – si è svolta la benedizione delle Candelore di Sant’Agata: “Ne è nato – ha detto il presidente Tomasello – un Museo delle Candelore che celebra un patrimonio artistico di eccezionale pregio, un mondo composto da uomini di grande fede e devozione. Grazie a Padre Antonino De Maria per l’accoglienza e la santa benedizione, grazie a Mons. Giovanni Lanzafame per aver donato gli scritti per i pannelli espositivi realizzati con il contributo dell’Assessorato Regionale al Turismo retto da Manlio Messina. Grazie all’Amt e alla Sidra per il prezioso contributo”, ha detto ancora Tomasello.

Tra gli altri appuntamenti di prestigio la presentazione del libro di Carmen PriviteraLe Candelore seducono il Cuore di Sant’Agata”: diviso in 5 capitoli e donato alla Città di Catania, questo libro consente di fare un viaggio nelle festività Agatine attraverso le parole ma anche attraverso gli scatti di Mario Cacciola. Scritto durante i giorni di isolamento dovuti alla pandemia, la scrittrice ha deciso di donare parte del ricavato al restauro delle Candelore e parte alla Comunità di Sant’Egidio. Alla presentazione del libro è seguita la consegna della Candelora della Pace.

Momento clou di questi giorni sicuramente la chiusura il 19 sera con un meraviglioso concerto pianoforte e voce di Giovanni Caccamo nella bellissima e monumentale location della chiesa di San Nicolò L’Arena: l’artista si è esibito in un percorso musicale che si è snodato tra i suoi principali successi ma anche attraverso omaggi a grandi della musica come Franco Battiato, Giuni Russo, Sergio Endrigo e Lucio Battisti. Il concerto si è concluso con il brano ‘Eterno’ che Caccamo ha cantato accompagnato dalle luci dei cellulari accese per dare luce, simbolicamente, a questo periodo buio e perché chi ama – qualsiasi forma di amore – è pervaso da una luce speciale e unica.

Il concerto si è reso possibile anche grazie al prezioso aiuto del Comune di Catania – Assessorato alla Cultura.

Immagine di repertorio