Casa Imbastita: i principi della comunicazione spiegati alle mamme

Casa Imbastita: i principi della comunicazione spiegati alle mamme

SCICLI – Nei giorni scorsi i locali di Casa Imbastita Campus Relaxbusiness di Contrada Imbastita 2/e hanno ospitato un incontro sulla comunicazione riservato ai genitori dei bimbi dell’Asilo nido e Scuola d’infanzia “Peter Pan” di Scicli.

Quindici mamme si sono cimentate in una lezione sulla comunicazione efficace, improntata specificatamente dal punto di vista del rapporto genitori-figli. Lo speaker dell’incontro è stato Mauro Baricca, direttore marketing Casa imbastita Campus, che ha saputo appassionare l’insolita platea con una lezione dal titolo “I bambini: il nostro futuro. Noi spesso la rovina. Per fortuna c’è Peter Pan“.

Prendersi cura di chi deve aiutare i bimbi di oggi a crescere bene per diventare grandi uomini e donne domani – ha spiegato il direttore di Casa Imbastita Campus – è parte della nostra visione del mondo”. Spesso gli adulti, questo l’assunto di partenza, adottano un modello di comunicazione autoreferenziale con cui trasferiscono ai figli la propria visione del mondo, le proprie ansie e paure. Di conseguenza, i bimbi si comportano come la pulce sotto il bicchiere: adeguano l’altezza dei loro salti alle anguste dimensioni del contenitore, pur potendo saltare molto, molto più in alto.

Da qui l’importanza di conoscere i principi della comunicazione e cercare di applicarli nella quotidianità, per evitare errori che rischiano di creare incomprensioni, danneggiare l’autostima o rovinare irreparabilmente i rapporti con gli altri. Lo speaker ha sottolineato l’importanza di ascoltare in modo attivo, mettersi nei panni dell’altro, prestare attenzione a ciò che si dice e a come lo si dice, rimuovere i pregiudizi, verificare l’avvenuta comprensione. Imparare a comunicare bene serve, nel contesto familiare ed educativo, a evitare o risolvere eventuali conflitti, a migliorare le capacità decisionali e persuasive, a utilizzare al meglio le nostre e le altrui potenzialità. E in definitiva, a vivere meglio.

Commenti