Aidone: come sarà la Palermo-Catania-Messina in treno

AIDONE – L’attualità del tema relativo al potenziamento del sistema ferroviario siciliano ha indotto il C.d.A. della Fondazione Marida Correnti ad organizzare, con l’apporto della Sezione siciliana del CIFI (collegio ingegneri ferrovieri italiani) un workshop che coinvolge professionalità specifiche del settore, nell’ambito della cerimonia di consegna di un premio per laureati in ingegneria.

Il 4 ottobre, nei locali della Fondazione Marida Correnti di Aidone, alle ore 10,30, si svolgerà la cerimonia di consegna del premio riservato ai laureati in Ingegneria civile che abbiano svolto una tesi in materia di Ingegneria dei Trasporti. Saranno presenti: Fabrizio Micari, presidente della Fondazione Marida Correnti e preside della Scuola Politecnica dell’Università di Palermo, Angela Raffiotta Correnti, vicepresidente della Fondazione Marida Correnti, l’Ing. Ugo Elio Milone, della direzione investimenti Rete Ferroviaria Italiache terrà una conferenza dal titolo: “Il nuovo collegamento ferroviario Palermo – Catania – Messina”.

La Fondazione Marida Correnti bandisce ogni anno un premio di laurea per la migliore tesi di laurea nel campo della tecnica ed economia dei Trasporti, settore che ebbe il prof. Vincenzo Correnti come uno dei più alti rappresentanti a livello nazionale nell’ambito didattico e scientifico.

I componenti della commissione giudicatrice del premio sono: Salvatore Amoroso, ordinario di Trasporti nell’Università di Palermo, Giuseppe Salvo, associato di Trasporti nell’Università di Palermo, e l’ing. Giuseppe Trapani, dirigente in quiescenza di Trenitalia e preside sezione CIFI siciliana.

Il prof. Correnti fondò, assieme alla moglie Angela, la FMC, che si pone l’obbiettivo, come fatto istituzionale, di promuovere studi, ricerche ed eventi legali alle tematiche dei trasporti e, più in generale, a quelle di elevata valenza culturale.

Nel tardo pomeriggio, alle 18,30, a cura dell’Archeoclub Aidone-Morgantina”  vi sarà un concerto di musica jazz con  Alessandro Lo Chiano (tromba), Angelo Minacapilli (basso elettrico) e Sirio Di Blasi (piano).

Commenti