Weekend di fuoco per gli agenti catanesi: Ognina, Playa e centro storico passati al setaccio

Weekend di fuoco per gli agenti catanesi: Ognina, Playa e centro storico passati al setaccio

CATANIA – Ondata di controlli amministrativi da parte degli agenti della Polizia di Stato che hanno agito nelle aree maggiormente frequentate della città e negli orari di maggiore concentrazione di persone.

Dalla zona costiera della Playa fino alle scogliere di Ognina, passando per il centro storico, Volanti, pattuglie della Questura, agenti del commissariato Librino, con l’ausilio delle squadre della Divisione di Polizia amministrativa e sociale della Questura, del Gabinetto Regionale di Polizia scientifica e del X Reparto Mobile, schierato a garanzia dell’ordine pubblico, hanno passato a setaccio le vie catanesi, sia nelle ore mattutine, sia nelle ore serali e notturne.


Sono stati controllati 8 posteggiatori abusivi – due sorpresi nella nottata dagli agenti del commissariato Librino a esercitare sul litorale del viale Kennedy – tutti sanzionati amministrativamente, tre anche denunciati all’autorità giudiziaria perché recidivi e uno denunciato anche per l’inottemperanza all’ordine di espulsione dal T.N. emesso dal Questore di Pavia lo scorso mese di maggio.

Controlli mirati, sempre da parte degli uomini del commissariato Librino che si sono avvalsi della collaborazione dei colleghi della Divisione Polizia Amministrativa, hanno portato ad accertamenti, la notte di sabato scorso, nei confronti di tre noti locali della riviera sud di Catania: sono in corso verifiche per alcuni elementi di dubbio attinenti permessi e licenze amministrative, emersi nel corso dei controlli.


Infine, i componenti della Volante impegnati nel controllo del territorio in via Cappuccini hanno dovuto affrontare la violenta reazione, dovuta al grave stato di ebbrezza alcolica, di un 31enne catanese che, al controllo dei poliziotti, ha immotivatamente reagito aggredendoli fisicamente ingaggiando con gli stessi una colluttazione.

Gli agenti, che hanno faticato non poco a bloccarlo con tutte le dovute cautele, lo hanno dapprima portato in Questura, dove è stato denunciato per resistenza, lesioni e minacce a pubblico ufficiale e poi sono stati costretti a ricorrere al Pronto Soccorso, a causa delle ferite riportate.

Immagine di repertorio