Via Vincenzo Giuffrida invasa da rifiuti di ogni genere: dove sono i cestini getta carta? - Newsicilia

Via Vincenzo Giuffrida invasa da rifiuti di ogni genere: dove sono i cestini getta carta?

Via Vincenzo Giuffrida invasa da rifiuti di ogni genere: dove sono i cestini getta carta?

CATANIA – Il Comitato Cittadino Vulcania, a seguito delle segnalazioni ricevute e dal sopralluogo eseguito, sollecita l’Amministrazione circoscrizionale e comunale a intervenire per la mancanza di cestini getta carta nel tratto di strada di via Vincenzo Giuffrida, in prossimità del Palazzo di Giustizia.

La zona interessata registra, da sempre, un grande flusso di pedoni che al mattino, in particolare, affollano la suddetta strada per recarsi al Tribunale e negli uffici viciniori. A fine giornata la strada è piena di rifiuti cartacei: il tutto è testimoniato anche dalle foto che trovate scorrendo sotto.




Il Comitato punta il dito contro l’immobilismo amministrativo che non controlla, attraverso una squadra tecnica consapevole o attraverso istanze dall’Amministrazione circoscrizionale, lo stato di degrado e l’assenza di cestini getta carte in via Vincenzo Giuffrida, dal numero civico 2 al numero 20. “Il cestino getta carta non comporta una grossa spesa da parte dell’Amministrazione comunale visto che è di plastica e può essere attaccato al palo della segnaletica stradale”, spiega la Presidente del Comitato Angela Cerri.

Purtroppo la richiesta, da parte dei residenti e dei commercianti della zona, al Comune e al comando dei vigili urbani, è rimasta ancora inevasa. “Una situazione così disdicevole – continua Cerri – palesa l’inadeguatezza del servizio per un quartiere che merita ben altro. Non si può colpevolizzare il cittadino se proprio l’Amministrazione è la prima a non curare gli aspetti estetici e di decoro della città. Il quartiere pulito è un diritto del cittadino, ma tutti dobbiamo collaborare. Ci auguriamo – conclude la presidente – che vengano posizionati nuovi cestini getta carte e che si eviti così di buttare a terra cartacce, sigarette e perfino bottiglie. Situazione risolvibile, ne siamo certi, se c’è la volontà da parte dell’Amministrazione di disporre gli interventi necessari”.