Università di Catania, nuove elezioni dopo lo scandalo e le dimissioni del rettore Basile: seggi aperti il 23 agosto

Università di Catania, nuove elezioni dopo lo scandalo e le dimissioni del rettore Basile: seggi aperti il 23 agosto

CATANIA – Venerdì 23 agosto è prevista la prima votazione per la nomina del nuovo rettore dell’Università degli Studi di Catania: i seggi saranno aperti dalle 9 alle 19.


Il decreto di indizione delle elezioni all’ufficio di Rettore per gli anni 2019-2025 è stato emanato oggi dal professore Vincenzo di Cataldo, decano dei professori ordinari dell’ateneo catanese.


Le proposte di candidatura dovranno essere presentate all’Ufficio elettorale d’ateneo entro le ore 14 di venerdì 19 luglio. I programmi, invece, verranno resi noti entro il 2 agosto.



L’eventuale seconda elezione avverrà pochi giorni dopo la prima, lunedì 26 agosto, l’eventuale terza il giovedì successivo, 29 agosto 2019. Nel caso fosse necessario procedere al ballottaggio, questo verrebbe fissato per il 2 settembre.

Sulla base di quanto stabilito dallo Statuto dell’Università del capoluogo etneo, il rettore è eletto a maggioranza assoluta entro le prime 3 votazioni. Quando si procede al ballottaggio, invece, a ottenere la carica è chi ottiene il maggior numero di voti.

L’ex rettore, Francesco Basile, si è dimesso poche settimane fa a seguito dello scandalo dei concorsi truccati che ha coinvolto anche l’ateneo catanese (blitz “Università Bandita”) e vede tra gli indagati non solo l’ex rappresentante dell’università catanese, che si è dichiarato innocente di fronte alle autorità giudiziarie, ma anche il prorettore Giancarlo Magnano San Lio, l’ex rettore Giacomo Pignataro e diversi docenti.

Immagine di repertorio