Una carriera lunga una vita… ci lascia Marco Mannisi, simbolo dello sport Catanese e non solo

Una carriera lunga una vita… ci lascia Marco Mannisi, simbolo dello sport Catanese e non solo

CATANIA – Si sveglia a lutto la redazione di NewSicilia così come tutta la città etnea, per la triste perdita di uno dei più grandi esponenti dello sport catanese e non solo: stiamo parlando di Marco Mannisi, classe ’26, zio del nostro direttore Sergio Regalbuto, e una carriera lunga alle spalle ricca di vittorie e memorie.

Dirigente sportivo e Presidente Provinciale del Coni (Comitato Olimpico Nazionale Italiano) con ben tre “stelle” appese alla sua spalla: nel 1975 arriva infatti la prima Stella di bronzo dirigenti; nel 1982 la seconda Stella d’argento dirigenti e, infine, nel 1994 la terza, quella d’oro.



Una carriera segnata da vittorie e fondazioni: era il 1954 quando Marco Mannisi fonda la Libertas Catania che segna la storia dell’atletica leggera Catanese. Ma non solo, Mannisi, ai tempi d’oro dello sport della città etnea, faceva parte del famoso “Triumvirato” composto dallo stesso, da Ignazio Marcoccio (ex sindaco ed ex Presidente del Calcio Catania) e Giuseppe Iuppa. Insieme portano, nella città del Liotru, manifestazioni importanti, di quelle che hanno segnato la storia e che nel tempo sono rimaste indelebili e lo rimarranno per sempre.

Grazie all’appoggio di Marcoccio, Mannisi fonda – nel lontano 1960 – il Trofeo Sant’Agata. Stiamo parlando di una gara podistica internazionale che aveva luogo a Catania nel corso dei festeggiamenti annuali della santa patrona, da qui, appunto il nome dell’evento che si svolgeva su di un circuito ricavato nelle strade del centro storico il pomeriggio del 3 febbraio e che trovò la “fine” nel 2011.


Sempre a Catania, Mannisi, porta il Trofeo Trinacria d’Oro di Ginnastica Artistica a livello mondiale: ginnaste di tutto il mondo furono protagoniste di quella che fu una delle manifestazioni che portò più prestigio allo sport catanese e siciliano a livello internazionale.

Nella sua lunga carriera fu anche segretario nazionale G.G.G. (Gruppo Giudici Gare) della Fidal, la Federazione Italiana di Atletica Leggera.

Una vita dedicata proprio allo sport in ogni suo genere e forma, allo sport fatto di passione e sacrifici, allo sport pulito, nitido e amato: Marco Mannisi ci lascia all’età di 92 anni (che avrebbe compiuto tra 3 giorni, il 3 dicembre) ma siamo certi che Catania, la Sicilia e il mondo, lo ricorderanno per sempre, perché di momenti importanti e di vittorie, a casa, ne ha portate tante. Purtroppo, la prima sconfitta della sua vita, arriva dopo una caduta e la rottura di un femore: giorni di malattia passati tra un letto e una speranza che, però, si è spenta questa mattina, quando Marco Mannisi ha deciso di lasciarci con in mano immensi ricordi.

Le più sentite condoglianze, da parte della redazione di NewSicilia, vanno alla moglie Letizia; al figlio Concetto Mannisi, collega e consigliere regionale dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia; alla figlia Giusy e alle nipotine Letizia e Alessandra e al nipotino Marco che, nel dolore, potranno trovare sempre un momento di gioia nel ricordare un nonno ma sopratutto un Uomo che ha fatto la storia dello sport a Catania e in Sicilia.

L’ultimo saluto a Marco Mannisi verrà dato domani, sabato 1 dicembre, alle ore 12, nella parrocchia Cuore Immacolato sita al viale Vittorio Veneto 309.