Un mezzo all’avanguardia per salvare vite umane: P-72A, il fiore all’occhiello del 41esimo Stormo

Un mezzo all’avanguardia per salvare vite umane: P-72A, il fiore all’occhiello del 41esimo Stormo

CATANIA – Conclusa la Campi Flegrei 2019, grande esercitazione nazionale organizzata dal Dipartimento Nazionale di Protezione Civile dal 16 al 19 ottobre con lo scopo di testare e migliorare le procedure di emergenza, in caso di evacuazione dovuta a rischio di attività vulcanica nell’area flegrea.

Uno scenario esercitativo all’interno del quale sono stati simulati eventi di crescente gravità e complessità, con il passaggio a stati di allerta sempre superiori, fino ad arrivare a uno stato di eruzione imminente. In tale contesto, si inquadra la partecipazione di un velivolo P-72A del 41° Stormo di Sigonella che opera con equipaggi misti dell’Aeronautica Militare e della Marina Militare, garantendo una particolare attività di ricognizione aerea sui comuni rientranti nella zona rossa.



Attraverso dei sofisticati sensori in dotazione al velivolo e al supporto della tecnologia full motion video, è stato possibile raccogliere immagini video ad alta risoluzione delle aree interessate e trasmetterle in tempo reale a terra, nella cellula di Direzione Comando e Controllo (DI.COMA.C) della Protezione Civile.


Attività ricognitive di questo tipo consentono, in casi di emergenze reali, di contribuire a una conoscenza quanto più completa della situazione di crisi, che in gergo tecnico viene definita una superiorità informativa che, oltre a rendere molto più efficace il compito di chi, sul terreno, è chiamato a dover intervenire, si rivela una capacità preziosa per la gestione dell’ordine pubblico, il monitoraggio dei fenomeni ambientali e la messa in sicurezza dei beni culturali eventualmente coinvolti.

Il P-72A è un velivolo multiruolo in grado di svolgere, grazie a un’avanzatissima suite di sensori, un’elevata tipologia di missioni. Le caratteristiche principali sono: la versatilità, la rapidità d’intervento, la possibilità di rischieramento, la capacità di condivisione in tempo reale dei dati acquisiti e l’affidabilità, che ne fanno un sistema d’arma all’avanguardia in grado di svolgere efficacemente tutte le missioni assegnate.

Campi Flegrei

È in grado di operare efficacemente sul mare a bassa e media quota, anche in vicinanza della costa, a varie latitudini, con fattori climatici anche considerevolmente differenti, indipendentemente dalle condizioni di luce (H24) e in condizioni meteorologiche marginali nell’assolvimento delle funzioni capacitive di sorveglianza marittima ed elettronica, di concorso con altre istituzioni dello Stato e alla ricerca e soccorso per la salvaguardia della vita umana.