Ultras del Calcio Catania protestano davanti al Tribunale con striscioni e fumogeni: 3 denunce e un Daspo

Ultras del Calcio Catania protestano davanti al Tribunale con striscioni e fumogeni: 3 denunce e un Daspo

CATANIA – Lo scorso 16 luglio, alle ore 19,40 circa, all’esterno del Palazzo di Giustizia di Catania, 15 supporter del Calcio Catania hanno inscenato una manifestazione di protesta posizionandosi sulla gradinata esterna del Tribunale ed esponendo uno striscione riportante la seguente scritta: “A voi il dovere di giudicare, a noi la possibilità di amare. Calcio Catania Matricola 11.700 MCK”.


Durante l’esposizione del citato striscione sono stati anche accesi alcuni fumogeni. Gli ultras, prima dell’intervento delle volanti della Questura, sono riusciti a dileguarsi rapidamente facendo perdere le loro tracce.


Tale azione si colloca in più ampio scenario che, a seguito del default della società sportiva Calcio Catania, oggetto delle cronache di queste ultime settimane, vede i gruppi ultras etnei in fermento e in forte contestazione contro i vertici societari.


L’immediata attività investigativa dalla D.I.G.O.S., in particolare dalla squadra “tifoserie” della Digos, ha consentito di individuare e identificare 4 supporter appartenenti al Mecha Klan, un gruppo ultras che nel corso degli ultimi campionati di Calcio del Catania ha trovato collocazione nella tribuna B dello stadio “Angelo Massimino” di Catania. A carico di tre di loro sono risultati numerosi pregiudizi penali per reati commessi in occasione di manifestazioni sportive nonché, uno in particolare è in atto sottoposto al provvedimento Daspo. I soggetti identificati dalla locale DIGOS sono stati denunciati all’autorità giudiziaria per i reati di radunata sediziosa, accensione pericolosa e manifestazione non autorizzata e inoltre sono stati destinatari delle contestazioni, di cui alla normativa anti contagio, non avendo ottemperato alle misure di sicurezza. Le indagini proseguono in funzione dell’identificazione degli altri correi.



Fonte foto: Facebook (Bella Città Rossazzurra – Federico Rosa)