Tutela e salvaguardia sistema boschivo a Catania, USB vigili del fuoco: “In attesta delle spettanze 2018-2019. Rispettare categoria”

Tutela e salvaguardia sistema boschivo a Catania, USB vigili del fuoco: “In attesta delle spettanze 2018-2019. Rispettare categoria”

CATANIA  – Ogni anno, Regione e Dipartimento dei vigili del fuoco (direzione regionale o comandi) stipulano accordi per la salvaguardia e la tutela del patrimonio boschivo e incendi di interfaccia.


Le Boschive regionali nel migliore dei casi dovrebbero partire dal 1 al 31 agosto, periodo ristrettissimo, considerata la grossa mole di lavoro che i vigili del fuoco affrontano, ma la Regione non ha messo soldi a disposizione. La forestale, ha messo a disposizione solo 500mila euro per il mese di agosto, quando in realtà tale somma rappresenta meno della metà di quello che servirebbe“, commenta l’organizzazione sindacale USB dei vigili del fuoco, che aggiunge: “Pertanto, delle 14 Boschive previste ne dovrebbero partire solo 10 (1 è in forse su Trapani Favignana) e per quanto riguarda i pagamenti 2019, forse arriveranno a settembre“.


Inoltre, i vigili del fuoco di Catania e Città Metropolitana hanno stipulato anche quest’anno la convenzione a tutela dell’Oasi del Simeto, ma i pompieri ancora devono ricevere ancora le spettanze relative all’anno 2018-2019″, prosegue la sigla sindacale.


In conclusione: “Come organizzazione sindacale, abbiamo chiesto a prefetto e Procura di avviare un iter per rintracciare la fine delle nostre economie, e se non arrivasse nessuna risposta, i lavoratori non escludono altre azioni incisive. La Regione non ha i soldi ma si è individuato e sarà prossimo all’apertura un nuovo Distaccamento dei volontari vigili del fuoco, a Militello val di Catania. Occorre meditare e cominciare a rispettare la categoria, sempre presente, e al servizio della gente“.



Immagine di repertorio