Troppi contagi in una Rsa del Catanese: Procura dispone 15 autopsie

Troppi contagi in una Rsa del Catanese: Procura dispone 15 autopsie

CALTAGIRONE – La Procura di Caltagirone (Catania), al fine di verificare sulla base di tamponi e test sierologici l’epoca a partire dal quale il virus ha fatto ingresso nella Rsa Don Bosco, ha disposto l’autopsia sulle 15 persone decedute con sospetto contagio.

Il collegio, che eseguirà gli esami a partire da lunedì prossimo, è composto dai medici Veronica Arcifa e Giuseppe Ragazzi e dai professori di Medicina legale dell’Università di Catania Cristoforo Pomara e Monica Salerno.


Gli esami autoptici verranno svolti nell’obitorio dell’ospedale San Marco di Catania dove, per ragioni di sicurezza, sono state realizzate apposite camere per il bio contenimento.

L’inchiesta sulla Rsa, dove vi furono 41 positivi e che è stata sequestrata nei primi giorni di maggio, è stata avviata dal procuratore Giuseppe Verzera e dal sostituto Alberto Santisi.



Da precisare che, su disposizione dell’Asp 3 Catania e su intervento del Comune di Caltagirone, già a fine aprile, la casa per anziani venne chiusa e i 24 ospiti rimanenti trasferiti negli ospedali del Catanese.

Immagine di repertorio