Tragedia in Sicilia, pacemaker installato al contrario: muore bambino di 2 anni, 8 medici accusati di omicidio colposo

Tragedia in Sicilia, pacemaker installato al contrario: muore bambino di 2 anni, 8 medici accusati di omicidio colposo

TAORMINA – Sarebbe risultata determinante, per la morte di un bambino siciliano di appena 2 anni, l’installazione al contrario di un pacemaker per la quale sarebbero attualmente imputati 8 medici.


Secondo la ricostruzione della vicenda, così come raccontato dai colleghi di Repubblica, il piccolo si sarebbe sottoposto nel 2016 a un primo intervento chirurgico a Taormina, al centro cardiologico pediatrico Mediterraneo dell’ospedale Bambino Gesù.


Lo strumento salvavita sarebbe infatti stato montato al contrario, provocando al giovanissimo un’insufficienza cardiocircolatoria. Due anni dopo, a Roma, i medici non avrebbero compreso la gravità della situazione.



Soltanto il consulto di un cardiologo si è rivelato utile per scoprire l’errore medico, ma il piccolo non è mai riuscito a sottoporsi a un intervento correttivo, poiché deceduto due giorni prima dell’operazione.

Attualmente, i medici sono accusati di omicidio colposo e l’udienza preliminare dovrebbe svolgersi martedì prossimo davanti al giudice per le indagini preliminari a Roma.


Immagine di repertorio