Titolari di negozi di biciclette percepivano Reddito di Cittadinanza: “beccati”, aggrediscono “Le Iene”

Titolari di negozi di biciclette percepivano Reddito di Cittadinanza: “beccati”, aggrediscono “Le Iene”

PALERMO – Erano convinti di farla franca i due “furbetti” del Reddito di Cittadinanza che però, prima che se ne accorgessero, erano già stati beccati dal programma televisivo “Le Iene”, grazie al quale sarebbero partite le indagini successive.

Proprio durante la trasmissione, uno dei due, che percepiva il sussidio pur essendo titolare di un negozio di biciclette – come il secondo uomo – si sarebbe scagliato contro i cameraman e i giornalisti di Italia Uno, aggredendoli.



La reazione violenta dell’uomo sarebbe scattata nel momento in cui le Iene l’hanno trovato intento a lavorare all’interno della propria attività, dimostrando dunque di non avere alcun motivo per cui percepire il Reddito di Cittadinanza.

Durante gli ultimi mesi sono state diverse le persone che hanno ricevuto il sussidio nonostante lavorassero, questo “grazie” al lavoro in nero, che spesso e quasi con orgoglio alcuni hanno messo in mostra, quasi come fosse un vanto e – probabilmente – una garanzia per una vita più agiata, a discapito di ogni legge.


Fonte immagine screenshot servizio televisivo Le Iene