Tensione a San Cristoforo, spintoni ed insulti ai carabinieri per far fuggire il familiare: arrestati figlio e nipote dello spacciatore

Tensione a San Cristoforo, spintoni ed insulti ai carabinieri per far fuggire il familiare: arrestati figlio e nipote dello spacciatore

CATANIA – I carabinieri del Nucleo Radiomobile del comando provinciale del capoluogo etneo hanno arrestato in flagranza un ragazzo ed una ragazza, entrambi 19enni di Catania, poiché ritenuti responsabili di minaccia, resistenza e violenza a pubblico ufficiale, detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti, nonché denunciato per i medesimi reati una donna catanese di 35 anni.


Nella circostanza, i militari, transitando in via Testulla a San Cristoforo, dopo aver visto da lontano un noto pregiudicato catanese spacciare, si stavano approssimando verso l’uomo per bloccarlo, quando sono stati avvicinati minacciosamente da diversi suoi familiari (tra i quali il figlio, la nipote e la sorella) che, a vario titolo, spintonavano ed ingiuriavano gli operanti, riuscendo a far fuggire il pusher il quale, prima di andar via, ha ceduto nella mani della nipote un involucro con all’interno 5 dosi di marijuana.


La droga è stata sequestrata, mentre gli arrestati, in attesa della direttissima, sono stati relegati agli arresti domiciliari.