Tensione a Fontane Bianche, spinte e calci a carabiniere: manette per 19enne

Tensione a Fontane Bianche, spinte e calci a carabiniere: manette per 19enne

CASSIBILE – Nella nottata scorsa, i Carabinieri della Stazione di Cassibile (Siracusa), impegnati in uno specifico e mirato servizio di controllo del territorio, finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, soprattutto nelle zone balneari e costiere durante il periodo estivo, hanno arrestato, per il reato di resistenza a Pubblico Ufficiale, un giovane siracusano, 19enne, disoccupato e incensurato.


Nello specifico, a Fontane Bianche, il giovane, appena ha notato la presenza dei militari dell’Arma, ha assunto un atteggiamento sospetto, cercando velocemente di allontanarsi, per guadagnare la fuga, a piedi, dalla zona interessata verso la spiaggia.


Invitato invano a fermarsi, è stato prontamente bloccato dai carabinieri e fatto salire a bordo dell’auto di servizio, in considerazione anche del sempre più consistente capannello di curiosi che si stava creando intorno alla pattuglia dell’Arma.


Il giovane, vistosi alle strette, ha cercato inutilmente di scappare, ma è stato bloccato da un carabiniere, verso il quale, ha opposto resistenza con spintoni e calci. Il militare ha riportato lesioni non gravi seppur sparse su tutto il corpo, giudicate guaribili in 15 giorni dai sanitari dell’ospedale civile di Siracusa.



L’arrestato, illeso, è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari nella propria abitazione, come disposto dalla Autorità Giudiziaria competente.

Immagine di repertorio