Succede a Catania e provincia: 9 marzo MATTINA

Succede a Catania e provincia: 9 marzo MATTINA

CATANIA – Ecco le operazioni condotte da polizia e carabinieri a Catania e provincia. 

  • Personale del commissariato centrale, del reparto prevenzione crimine della Sicilia orientale, della guardia di finanza e della polizia municipale, nel quadro di servizi di controllo del territorio disposti dal questore di Catania nell’ambito della operazione “Trinacria” volti alla prevenzione dei reati predatori, ha operato dei controlli nel centro città, e di pattugliamento degli itinerari turistici più importanti che hanno prodotto i seguenti risultati: 46 persone identificate, 23 veicoli controllati, 29 verbali al c.d.s., 3 sequestri e fermi amministrativi per ciclomotori, un sequestro amministrativo per autoveicoli, 7 carte di circolazione ritirate e 10 controlli per arresti domiciliari. Nel corso del servizio sono stati sottoposti a sequestro complessivamente 3 motoveicoli per mancato uso del casco protettivo e un’auto per mancanza di copertura assicurativa. L’importo complessivo delle sanzioni al codice della strada elevate ammonta a circa 7 mila euro.

     

  • Lo scorso 8 marzo, il personale in servizio del commissariato San Cristoforo, nell’ambito dei servizi finalizzati al controllo delle persone sottoposte a misure restrittive, si è recato in casa dell’arrestato domiciliare, Florin Stoian , 26enne rumeno, per accertarne la presenza. L’uomo, noto all’ufficio operante poiché pregiudicato per reati contro il patrimonio e associazione per delinquere finalizzata al furto, non è stato rintracciato nella sua abitazione; è iniziata così la sua ricerca nelle vie adiacenti dove è stato notato poco dopo mentre camminava a piedi. È stato subito bloccato e arrestato per il reato di evasione dagli arresti domiciliari. Dopo le formalità di rito, il magistrato di turno nella procura della Repubblica ha disposto il ripristino della misura degli arresti domiciliari nel domicilio dell’evaso. Dall’inizio del mese in corso, il personale del commissariato San Cristoforo ha effettuato numerosi e continui accertamenti sui soggetti sottoposti a misure restrittive e detentive: 61 soggetti agli arresti domiciliari e 23 sorvegliati speciali. E non sono mancati i controlli “su strada”: 52 veicoli e 127 persone. Le sanzioni per violazioni al codice della strada ammontano a un totale di circa 7 mila euro: le contestazioni “più gettonate”, tutte effettuate nel comprensorio del quartiere San Cristoforo, riguardano la guida senza patente, la mancanza di copertura assicurativa, la mancanza della revisione del veicolo e la guida facendo uso del cellulare.

    Florin Stoian

    Florin Stoian

  • Nel pomeriggio di mercoledì scorso, agenti del commissariato di Librino hanno trovato e sequestrato in questo viale San Teodoro 2,8 kg di marijuana a carico di ignoti. Nel corso di un servizio straordinario di controllo del territorio espletato in viale San Teodoro 8 con l’ausilio di unità cinofile antidroga, ispezionando i vari spazi comuni, all’interno di un tombino sono stati rinvenuti 31 sacchetti di plastica al cui interno vi erano ben 1535 involucri in carta stagnola contenenti la droga. E’ di tutta evidenza che il quantitativo sequestrato era pronto allo smercio in quella che rappresenta una nota piazza di spaccio in cui continuano incessantemente i servizi di repressione da parte della Polizia di Stato. Nel corso del medesimo servizio, grazie alla collaborazione di due squadre dell’Enel, sono state denunciate per furto di energia elettrica 12 persone residenti nello stesso stabile che si erano allacciate abusivamente alla rete elettrica; sono state segnalate alla prefettura due persone per uso personale di sostanza stupefacente; sono state effettuate 3 perquisizioni domiciliari e controllate 4 persone agli arresti domiciliari.

     

  • Nella mattinata di ieri una trentina di alunni delle elementari del circolo didattico “Giovanni Verga” di Catania hanno visitato il comando provinciale dei carabinieri di Catania. Nell’occasione i ragazzini hanno avuto la possibilità di incontrare i militari dell’arma, conoscerne la storia e le attività che quotidianamente svolgono sul territorio per la sicurezza dei cittadini. Agli studenti sono state mostrate le moto del nucleo radiomobile sulle quali i ragazzini non hanno perso l’occasione di far suonare le sirene e attivare i lampeggianti. Il personale del nucleo artificieri antisabotaggio ha dimostrato l’impiego del robot utilizzato per la disattivazione di ordigni esplosivi. Successivamente, la scolaresca ha visitato la centrale operativa, dove ha assistito alle modalità di attivazione e coordinamento delle pattuglie impiegate su tutto il territorio della provincia. Particolarmente attenti al lavoro svolto dagli operatori della centrale hanno rivolto numerose domande circa gli apparati tecnologici utilizzati. Una unità cinofila ha mostrato il livello di addestramento dei cani e l’affiatamento con il conduttore, simulando una situazione dove il pastore tedesco Roy ha scovato della sostanza stupefacente nascosta in un anfratto del cortile della caserma. L’incontro, finalizzato alla sensibilizzazione sui temi della legalità ed all’avvicinamento dei giovanissimi all’Istituzione, ha già interessato gli alunni di altre scuole, medie ed elementari e proseguirà nelle prossime settimane.
    IMG-20170307-WA0010
  • I carabinieri del nucleo radiomobile del comando provinciale hanno arrestato un 27enne di Viagrande, già gravato da precedenti specifici, poiché responsabile di furto aggravato. Ieri pomeriggio, il personale addetto al reparto di cosmesi e profumi della Rinascente di via Etnea si è allarmato per la presenza in sala di una persona che si aggirava tra gli stand con fare sospetto. La richiesta al 112 per l’intervento di una pattuglia ha consentito, dopo alcuni minuti, di rintracciare il sospetto che, sottoposto a perquisizione, è stato trovato in possesso di alcuni profumi del valore di circa 100 euro, restituiti al responsabile del reparto.
  • I carabinieri della stazione di Catania Nesima hanno arrestato il 45 enne catanese Emanuele Bonaccorso, in esecuzione di un ordine per la carcerazione emesso dal tribunale di Bologna. L’uomo dovrà espiare la pena di anni 4 e mesi 5 di reclusione poiché colpevole di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti, furto aggravato, rapina e porto abusivo di armi, reati commessi in Emilia Romagna e in Sicilia tra il 2004 e il 2015. L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato rinchiuso nel carcere di Catania, Piazza Lanza.
    Emanuele Bonaccorso

    Emanuele Bonaccorso

  • I carabinieri della compagnia di Gravina di Catania hanno eseguito un ordine di carcerazione emesso dal tribunale di Catania nei confronti del 39enne del luogo Daniele Magnato. L’uomo dovrà scontare la pena residua di anni 6, mesi 6 e giorni 29 di reclusione poiché colpevole di lesioni, furto e rapina, reati commessi tra il 2010 e il 2011 tra Catania, Acireale e Tremestieri Etneo. I militari hanno notificato il provvedimento all’uomo nel carcere di Giarre, dove è già detenuto per altra causa.
    Daniele Magnato

    Daniele Magnato

  • I carabinieri della compagnia di Acireale hanno arrestato il 49enne del luogo Lucio Bombaci, poiché responsabile di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti. Ieri pomeriggio l’equipaggio di una “gazzella” del nucleo radiomobile, in piazza San Domenico, ha sottoposto a controllo e perquisizione il venditore ambulante e la sua Ape Piaggio, utilizzata per la vendita in strada di prodotti ortofrutticoli dove, proprio tra la merce, ha trovato e sequestrato 3 dosi di hashish.  Estendendo la perquisizione all’abitazione dell’ambulante, i carabinieri hanno scovato e sottoposto a sequestro 18 grammi della medesima sostanza stupefacente, cioè un bilancino elettronico di precisione.

       

Lucio Bombaci

Lucio Bombaci

Commenti