Succede a Catania e provincia: 23 febbraio MATTINA

Succede a Catania e provincia: 23 febbraio MATTINA

CATANIA – Carabinieri: ecco le operazioni più importanti di questa mattina.

  • I Carabinieri della Stazione di Catania Librino hanno arrestato una 42enne, originaria della Romania, per furto aggravato. Nella tarda mattinata di ieri, una pattuglia è intervenuta in contrada Gelso Bianco nel centro commerciale “Porte di Catania” bloccando la donna mentre cercava di allontanarsi con delle buste contenenti vari capi di abbigliamento, per un valore di oltre 100 euro, asportati poco prima dal punto vendita “Decathlon”, dopo averne manomesso i sistemi di antitaccheggio. La refurtiva è stata restituita al responsabile aziendale. La donna, espletate le formalità di rito, è stata ristretta agli arresti domiciliari in attesa di essere giudicata con rito direttissimo. Nella circostanza i militari nel parcheggio del centro commerciale hanno bloccato anche due individui, di cui uno minorenne, che poco prima avevano rubato 12 carrelli per la spesa dal punto vendita “Auchan”. I carrelli sono stati restituiti al responsabile del centro commerciale. I due ladri sono stati denunciati per furto aggravato.
  • I Carabinieri della Stazione di Catania Ognina hanno arrestato il catanese Ruben Badessa, di 39 anni, su ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Perugia. L’uomo dovrà espiare la pena di 5 anni perché riconosciuto colpevole di rapina e ricettazione, reati commessi a Perugia nell’agosto del 2006. L’arrestato è stato associato nel carcere di Piazza Lanza, come disposto dall’Autorità Giudiziaria. 
Ruben Badessa

Ruben Badessa, 39 anni

  • I Carabinieri della Tenenza di Misterbianco hanno arrestato nella flagranza Emanuele Nicolosi, 29enne, già sottoposto all’obbligo di dimora nel comune di residenza e Giuseppe Petronaci, 27enne, entrambi di Gravina di Catania, per rapina aggravata in concorso e ricettazione. Nella tarda mattinata di ieri in via Margherita, nella frazione di Belsito, i due a bordo di motociclo Honda CBR 600 hanno bloccato il furgone di un corriere. I malviventi armati di coltelli hanno immobilizzato sia l’autista che il passeggero costringendoli a consegnargli la somma contante di 600 euro, relativa all’incasso della giornata. Portata a termine l’azione criminosa i due rapinatori sono fuggiti a tutta velocità imbattendosi in una pattuglia impegnata in un posto di controllo nella stessa via. Ne è scaturito un breve e concitato inseguimento alla fine del quale i militari hanno fermato ed disarmato i due. Il motociclo, risultato rubato il 26 agosto 2010 a Gravina di Catania è stato restituito al legittimo proprietario. I coltelli sono stati sequestrati ed il denaro, provento della rapina recuperato, è stato restituito ad un responsabile dell’azienda di trasporti. Gli arrestati, espletate le formalità di rito, sono stati ristretti nel carcere di Piazza Lanza.

Emanuele Nicolosi, 29 anni – Giuseppe Petronaci, 27 anni

Commenti