Succede a Catania e provincia: 10 aprile MATTINA - Newsicilia

Succede a Catania e provincia: 10 aprile MATTINA

Succede a Catania e provincia: 10 aprile MATTINA

CATANIA – Ecco le operazioni più importanti condotte dai carabinieri a Catania e provincia:

  • I carabinieri di Catania Piazza Dante hanno arrestato il 22enne catanese Gioacchino Sparti (nella foto in basso), responsabile di detenzione finalizzata allo spaccio  di sostanze stupefacenti.Ieri sera nel corso di mirato servizio indirizzato al contrasto del traffico di stupefacenti, i militari hanno proceduto alla perquisizione personale e dei luoghi dove il giovane era stato notato muoversi con frequenza, consentendo il ritrovamento e il sequestro di 90 involucri in carta alluminio contenenti marijuana, per un peso complessivo di 180 grammi, e 89 euro in banconote di piccolo taglio, ritenute guadagno dell’attività illecita. L’arrestato è stato posto a domiciliari in attesa dell’udienza per direttissima. 

     

  • I carabinieri di Santa Venerina hanno arrestato un 19enne di Riposto, già gravato da precedenti di polizia, responsabile di furto aggravato e ricettazione. Il giovane è stato bloccato la scorsa notte in Via Stabilimenti a Santa Venerina, al termine di un inseguimento durante il quale ha guidato con pericolose manovre un autocarro “Iveco Daily”, rubato a Mascali  il 4 marzo scorso, sul quale trasportava un escavatore “JCB modello 8040ZTS”. Quest’ultimo, a seguito di breve attività investigativa, risultava essere stato rubato poco prima all’interno di un cantiere edile di Zafferana Etnea. I mezzi sono stati restituiti agli aventi diritto mentre l’arrestato è stato posto ai domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.
  • I carabinieri di Belpasso hanno svolto un servizio coordinato nell’ambito del territorio di competenza, ottenendo i seguenti risultati: denunciata una tunisina di 40 anni, residente a Paternò, quale responsabile di tentato furto di capi di abbigliamento, del valore  complessivo di 70 euro ai danni dell’esercizio commerciale “Bershka Italia s.r.l”, all’interno del centro commerciale “Etnapolis”; denunciate quattro minorenni di Adrano, responsabili di tentato furto di abbigliamento e profumi, del valore complessivo di 55 euro ai danni degli esercizi commerciali “Candida” e “HM”, all’interno del centro commerciale “Etnapolis”; denunciato un 27enne di Belpasso, già sottoposto alla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno, per essere stato sorpreso più volte alla guida di autoveicolo con patente revocata da decreto prefettizio. Segnalato alla Prefettura di Catania un giovane di Belpasso perché trovato in possesso di due  grammi 2 di  marijuana. Nel medesimo contesto operativo sono stati identificati 35 individui e controllati 20 veicoli.
  • I carabinieri di Santa Maria di Licodia hanno arrestato il 48enne rumeno Cezar Ciucur, in esecuzione di un ordine per la carcerazione emesso dal Tribunale di Catania. L’uomo, riconosciuto colpevole di evasione dagli arresti domiciliari, reato commesso a Santa Maria di Licodia dal 25 al 31 ottobre 2008, deve scontare un residuo pena equivalente a 1 anno di reclusione. L’arrestato è stato portato al carcere di Catania Piazza Lanza.

Cezar Ciucur, 48 anni

  • I carabinieri di Paternò hanno arrestato un pregiudicato di 35 anni del posto, responsabile della violazione delle prescrizioni imposte dalla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno. L’uomo, l’altra notte, nel corso di diversi controlli effettuati dai militari è risultato assente in casa. Rintracciato ed ammanettato ieri mattina, è stato posto ai domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.