Succede a Siracusa e provincia: 21 febbraio MATTINA - Newsicilia

Succede a Siracusa e provincia: 21 febbraio MATTINA

Succede a Siracusa e provincia: 21 febbraio MATTINA

SIRACUSA – Ecco le operazioni condotte da polizia e carabinieri a Siracusa e provincia:

  • Agenti delle Volanti hanno denunciato una donna di 30 anni per il reato di furto aggravato di energia elettrica e hanno segnalato alla competente autorità amministrativa un siracusano di 21 anni perché trovato in possesso di modica quantità di sostanza stupefacente.
  • Agenti del commissariato di Pubblica Sicurezza di Priolo Gargallo hanno arrestato Gaetano Mancarella, di 51 anni, già noto alle forze dell’ordine, per il reato di lesioni personali dolose nei confronti della moglie dello zio, una donna di 49 anni. L’uomo ha aggredito la vittima colpendola con calci e pugni e con un bastone a seguito di una lite scaturita per motivi economici legati a questioni di eredità. L’arrestato è stato accompagnato nel carcere di Cavadonna.
  • Agenti del commissariato di Pubblica Sicurezza di Noto, a seguito di attività investigativa, hanno denunciato  P.G., di 21 anni, per il reato di tentato furto aggravato ai danni di un negozio di abbigliamento.
  • Agenti del commissariato di Pubblica Sicurezza di Augusta, insieme a personale del Reparto Prevenzione Crimine di Catania, hanno effettuato, nell’ambito del progetto “Trinacria”, un servizio di controllo del territorio ed hanno identificato 97 persone, controllato 60 veicoli e 9 persone sottoposte agli arresti domiciliari.
  • Agenti del commissariato di Pubblica Sicurezza di Lentini, insieme a personale del Reparto Prevenzione Crimine di Catania, hanno effettuato, nell’ambito del progetto “Trinacria”, un servizio di controllo del territorio ed hanno identificato 20 persone, controllato 11 veicoli e 9 persone sottoposte agli arresti domiciliari.
  • I carabinieri della compagnia di Siracusa al fine di prevenire e reprimere il fenomeno della guida in stato di alterazione per assunzione di sostanze alcoliche e/o stupefacenti, nonché al fine di accertare e sanzionare le violazioni commesse da soggetti sottoposti misure di prevenzione e cautelari hanno effettuato controlli a tappeto alla circolazione stradale lungo gli assi viari più trafficati con particolare attenzione sia alle località turistiche e balneari, come l’isola di Ortigia e Fontane Bianche, che alle zone più degradate della città. Il mirato servizio dell’Arma, ha visto impiegate pattuglie automontate ed appiedate che hanno proceduto al controllo di 95 veicoli e 107 persone, da cui è derivato il sanzionamento per svariate importanti infrazioni al codice della strada. Solo nel corso della giornata straordinaria di controlli sono state elevate contravvenzioni per circa 3.200 euro. Fra le violazioni più riscontrate la mancata revisione dei veicoli, la mancata assicurazione degli stessi e il mancato utilizzo delle cinture di sicurezza e del casco alla guida di moto e scooter, da cui deriva il fermo amministrativo per 60 giorni e la decurtazione di 5 punti patente. Nell’arco del servizio sono stati segnalati alla autorità amministrativa competente, quali assuntori 6 soggetti trovati in possesso di modica quantità di sostanza stupefacente di tipo marijuana per un peso complessivo di circa 5,50 grammi. Sono stati altresì denunciati 6 soggetti di cui due siracusani di 20 e 40 anni, per guida in stato di ebrezza alcolica, in quanto sorpresi alla guida delle rispettive auto con tasso alcolemico rispettivamente pari a 2,39 g/l e a 2,17 g/l., un 19enne perché trovato in possesso di 9 dosi di marijuana, per un totale di 9 grammi e relativo materiale atto al confezionamento, un uomo di 45 anni, disoccupato, in quanto responsabile di aver danneggiato con calci e col lancio di una pietra il deflettore della portiera posteriore di un’auto Volkswagen parcheggiata lungo le vie cittadine, una donna di 50 anni per furto aggravato di energia elettrica poiché mediante l’installazione sul contatore di un magnete, determinava un rilevamento inferiore del 20% del consumo reale ed infine un cittadino srilankese di 40 anni, quale responsabile di furto di un telefono cellulare perpetrato all’interno di un supermercato cittadino.