Succede a Siracusa e provincia: 19 settembre POMERIGGIO - Newsicilia

Succede a Siracusa e provincia: 19 settembre POMERIGGIO

Succede a Siracusa e provincia: 19 settembre POMERIGGIO

SIRACUSA – Le operazioni condotte dai carabinieri a Siracusa e provincia:

  • i carabinieri della Stazione di Pachino, impegnati in un servizio di perlustrazione sul territorio di competenza, hanno arrestato in flagranza del reato di evasione Luigi Avolese, di 39 anni, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia ed attualmente sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari. I militari, infatti, nel corso dei controlli ai sottoposti alla misura cautelare degli arresti domiciliari, hanno notato l’assenza dell’uomo dalla sua dimora, rintracciandolo lungo le vie del centro cittadino. Questi non ha addotto  alcuna valida giustificazione per il volontario allontanamento dalla detenzione domiciliare. Condotto in caserma, l’uomo è stato dichiarato in stato di arresto e successivamente, al termine delle formalità di rito, portato nel carcere Cavadonna di Siracusa, a disposizione dell’autorità giudiziaria aretusea;

 



  • nella nottata appena trascorsa i carabinieri della Tenenza di Floridia, impegnati in un servizio di controllo del territorio volto alla prevenzione e repressione dei reati, hanno denunciato in stato di libertà per resistenza a pubblico ufficiale, D.G., di 28 anni, disoccupato siracusano, con precedenti di polizia e R.D., di 25 anni, anche lui disoccupato, siracusano e con precedenti di polizia. Durante un controllo alla circolazione stradale in orario notturno, i due a bordo della loro autovettura, nonostante gli fosse stato intimato l’Alt dai carabinieri, non si sono fermati e si sono dati alla fuga, percorrendo a velocità elevata le vie del centro cittadino e riuscendo, in un primo momento, a far perdere le loro tracce. A seguito di accurati controlli ed accertamenti, i due sono stati però identificati ed individuati dai militari di Floridia. Condotti in caserma per le formalità di rito, i due soggetti sono stati denunciati in stato di libertà per resistenza a pubblico ufficiale.