Succede a Siracusa e provincia: 19 luglio MATTINA - Newsicilia

Succede a Siracusa e provincia: 19 luglio MATTINA

Succede a Siracusa e provincia: 19 luglio MATTINA

SIRACUSA –  Ecco le operazioni principali svolte dai carabinieri e dalla polizia a Siracusa e provincia:

  • Gli agenti delle Volanti hanno denunciato due siracusani rispettivamente per violazione degli arresti domiciliari e dell’obbligo di dimora cui sono sottoposti. Gli agenti sono intervenuti in via Algeri per un incendio doloso appiccato a del materiale di risulta presente all’interno di un Istituto scolastico in disuso. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco. Indagini in corso per scoprire da chi sia stato appiccato il fuoco.
  • Gli agenti del commissariato di pubblica sicurezza di Lentini hanno denunciato I.N., rumeno di 28 anni, per il reato di evasione dalla detenzione domiciliare.
  • Proseguono con incisività i servizi di prossimità posti in essere dai carabinieri della compagnia di Noto finalizzati alla prevenzione dei reati, con particolare riguardo ai reati contro il patrimonio ed al fenomeno dell’uso di sostanze stupefacenti, problematica abbastanza diffusa sul territorio e per la quale permane sempre molto alta l’attenzione dei carabinieri.
    A tal proposito, i militari della stazione Rosolini, hanno arrestato in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente Z.C., 24 anni. Nell’ambito della quotidiana attività info-investigativa sul territorio, i carabinieri avevano acquisito elementi tali da far ritenere che il predetto potesse detenere e spacciare droga. Pertanto hanno proceduto a perquisizione personale e domiciliare al termine della quale i carabinieri hanno rinvenuto nella disponibilità del giovane 250 gr. di hashish e 100 gr. di marijuana, suddivisa in dosi e panetti, nonché materiale per il taglio e il confezionamento delle dosi di stupefacente. Al termine di tale atto il giovane è stato arrestato e, al termine delle formalità di rito, accompagnato nella propria abitazione, in regime di arresti domiciliari, a disposizione dell’autorità giudiziaria. Successivamente, a seguito del rito per direttissima nel Palazzo di Giustizia di Siracusa, al giovane è stato convalidato l’arresto e subito dopo rimesso in libertà.



  • Il comando provinciale carabinieri di Siracusa, impegnati nell’Action Day, giornata dedicata, a livello nazionale, alla lotta alla contraffazione e all’abusivismo commerciale nei luoghi maggiormente interessati dal fenomeno.
    L’organizzazione della fase esecutiva dell’attività è stata curata, preliminarmente, nell’ambito di uno specifico comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduto dal Prefetto di Siracusa e a cui hanno partecipato i vertici provinciali delle forze dell’ordine e delle polizie locali.
    Nell’ambito provinciale, i carabinieri, per lo specifico servizio, hanno dispiegato pattuglie di tutte le stazioni, dei posti fissi stagionali di Agnone Bagni e Marzamemi, della tenenza e dei 3 nuclei operativi e radiomobili presenti in sede di compagnia.
    L’azione di contrasto, in particolare, ha permesso di controllare oltre 125 persone, di cui 23 stranieri, arrestare 1 persona per furto in abitazione, denunciare in stato di libertà 1 uomo extracomunitario, che sebbene colpito da ordine di espulsione del Questore di Catania nel 2013, non aveva ottemperato a lasciare il territorio nazionale, a sanzionati 4 venditori ambulanti, sequestrando oltre 150 capi di abbigliamento e circa 60 giocattoli che tentavano di vendere in mancanza delle previste autorizzazioni.
  • I carabinieri di Lentini sono intervenuti in via Giovanni XXIII, dove erano stati segnalati aggirarsi alcuni soggetti con atteggiamento sospetto.
    Sul luogo, i militari, hanno notato una persona, all’interno di una villa, che alla vista dei militari si liberava di alcuni oggetti dandosi alla fuga. Dopo un breve inseguimento, il ladro, identificato in Francesco Lombardo, 41 enne, catanese, pregiudicato, è stato arrestato nella flagranza di reato per furto di monili in oro, del valore di circa 3mila euro, che lo stesso aveva abbandonato nel giardino dell’abitazione saccheggiata, prima di darsi alla fuga.
    L’arrestato, per il quale è stato richiesto all’autorità  di pubblica sicurezza il divieto di ritorno nel comune di Lentini, su disposizione del pubblico ministero della Procura della Repubblica del Tribunale di Siracusa, è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Francesco Lombardo, 41 anni

Per rimanere sempre aggiornato scarica la nostra app.