Succede a Siracusa e provincia: 17 luglio POMERIGGIO

Succede a Siracusa e provincia: 17 luglio POMERIGGIO

SIRACUSA – Ecco le operazioni più importanti svolte dai carabinieri di Siracusa e provincia:

  • I carabinieri della stazione di Noto, all’esito di un’articolata attività di indagine, diretta dal Procuratore Fabio Scavone, coordinata dal pubblico ministero Francesca Eva, hanno arrestato Emilia Toro di 58 anni, unitamente al figlio Giuseppe Malandrino di 20 anni, e alla sorella T.A.M. di 62 anni, tutti accusati del reato di estorsione continuata in concorso.
    Nello specifico le investigazioni hanno permesso di accertare che gli odierni arrestati, sfruttando il timore ingenerato nelle vittime dall’appartenenza alla locale comunità dei Caminanti, minacciando pesanti ritorsioni, tra le quali bruciare l’auto o ottenere con violenza l’accesso all’abitazione delle vittime per sottrarre quanto richiesto, hanno costretto due donne netine a consegnare loro beni, monili d’oro e somme di danaro per un valore complessivo di circa 5mila euro.
    Emilia Torre è stata trasferita nel carcere di Piazza Lanza a Catania. Per gli altri due sono stati disposti gli arresti domiciliari;

Emilia Toro, 58 anni

  • A seguito degli ultimi eventi di criminalità che hanno interessato la cittadina di Lentini, al fine di rendere ancora più tangibile la presenza delle istituzioni sul territorio, il comando della compagnia dei carabinieri di Augusta ha pianificato una serie di quotidiani servizi preventivi in aggiunta a quelli normalmente eseguiti per il controllo del territorio che, nello scorso fine settimana, si è concretizzato con un particolare servizio cui hanno preso parte personale della locale stazione, del Nucleo Radiomobile di Augusta e, per il controllo dall’alto, di un elicottero 12°  elinucleo di Catania. I servizi sono stati eseguiti nelle zone maggiormente frequentati della cittadina e lungo lo snodo stradale della SS 194 con posti di controllo in entrambe le direzioni di marcia.
    Nel corso del servizio sono stati controllati tutti i soggetti sottoposti agli arresti domiciliari, e quelli con altri obblighi e divieti, sono stati controllati, altresì, 30 mezzi e 42 persone. Sono state elevate 2 sanzioni per guida di motocicli senza l’uso del casco, 5 per guida senza la cintura di sicurezza allacciate, 1 per mancanza della copertura assicurativa e altra per circolazione con auto con revisione scaduta;
  • I carabinieri della stazione di Siracusa Principale, in esecuzione di un provvedimento di aggravamento di misura cautelare dagli arresti domiciliari alla detenzione in carcere emesso dal Tribunale di Torino, hanno arrestato Luigi Tullo di 40 anni, originario di Cerignola (FG) ma residente a Siracusa, aiuto cuoco e pregiudicato.
    L’uomo, già sottoposto agli arresti domiciliari poiché ritenuto responsabile di svariate truffe, nel periodo aprile-maggio 2019 si è reso responsabile di analoghi e ulteriori reati di truffe effettuati con le stesse modalità, ossia contattando le vittime al telefono e facendosi accreditare somme in denaro su carte ricaricabili a lui intestate tramite artifizi e raggiri. L’arrestato, accompagnato nei locali della compagnia carabinieri per le formalità di rito, è stato poi condotto nel carcere Cavadonna così disposto dalla stessa autorità giudiziaria.



    Luigi Tullo, 40 anni