Succede a Siracusa e provincia: 16 ottobre MATTINA

Succede a Siracusa e provincia: 16 ottobre MATTINA

SIRACUSA – Ecco le operazioni svolte dai carabinieri e dalla polizia di Siracusa e provincia:

  • i carabinieri di Siracusa, impegnati in un servizio di controllo del territorio volto alla prevenzione e repressione dei reati, mentre effettuavano i controlli ai soggetti sottoposti agli arresti domiciliari, hanno constatato che Luigi Cacciatore,di 25 anni, siracusano, disoccupato e con precedenti di polizia anche specifici, non era in casa. Dagli accertamenti effettuati, il giovane non è risultato essere autorizzato a uscire di casa in quella fascia oraria e pertanto, una volta ritrovato, è stato dichiarato in arresto per aver commesso il reato di evasione. Il venticinquenne siracusano è stato condotto in caserma per le formalità di rito e trasferito nel carcere Cavadonna, così come stabilito dall’autorità giudiziaria competente;



  • gli agenti della Squadra Mobile hanno eseguito un ordine di carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica di Siracusa, nei confronti di  Massimiliano Di Noto, di 39 anni, già sottoposto al regime di detenzione domiciliare. L’uomo deve scontare un anno, 6 mesi e 3 giorni per pene concorrenti;

 

  • gli agenti della mobile hanno eseguito un ulteriore ordine di carcerazione, in regime di arresti domiciliari, emesso dalla Procura della Repubblica di Trani, nei confronti di Maurizio Lisfera, di 49 anni. L’uomo, a Bisceglie, nel marzo del 2011 ha commesso il reato di ricettazione;

 


  • gli agenti delle Volanti, insieme al personale del Reparto Prevenzione Crimine di Catania, hanno effettuato un servizio di controllo del territorio, oltre a quello svolto quotidianamente, e hanno identificato 33 persone, controllato 697 veicoli (con e senza sistemi elettronici), hanno elevato 3 sanzioni amministrative, ritirato un documento e controllato 8 soggetti sottoposti a limitazioni della libertà personale. Durante l’espletamento del servizio, gli agenti delle Volanti hanno eseguito un’ordinanza di aggravamento della custodia cautelare in carcere, emessa dalla Corte di Appello di Catania, nei confronti di Pasqualino Di Mari, di 31 anni, già agli arresti domiciliari;

 

  • gli agenti delle Volanti hanno denunciato un 28enne siracusano per aver reiterato il reato di guida senza patente;

 

  • gli agenti del commissariato Ortigia hanno segnalato alla competente autorità amministrativa un 19enne perché trovato in possesso di modica quantità di sostanza stupefacente;

 

  • gli agenti dell’ufficio Immigrazione della Questura di Siracusa hanno espulso, rimpatriandolo nel Paese d’origine, il cittadino tunisino Jabrane Adel, di 33 anni. L’uomo è stato arrestato nel giugno del 2012 e si è reso protagonista di numerosi episodi di violenza anche nei confronti del personale delle forze dell’ordine. Nei confronti dell’uomo, è stato emesso un mandato di cattura. Nel giugno del 2015, lo straniero è stato arrestato dalla Squadra Mobile di Ragusa, durante uno sbarco nel porto di Pozzallo, e condotto nel carcere di Ragusa. Gli agenti dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Siracusa, infine, hanno segnalato il tunisino, che nel frattempo era stato trasferito nella casa di Reclusione di Augusta, al magistrato di sorveglianza per l’adozione del decreto espulsivo, eseguito, su ordine dell’autorità giudiziaria, dagli stessi agenti che lo hanno prelevato dal carcere, trasferito con scorta, tramite il volo Catania-Roma-Tunisi, e messo a disposizione delle autorità tunisine.;

 

  • gli agenti del commissariato di Lentini hanno notificato un provvedimento DASPO, emesso dal questore di Siracusa, nei confronti di un tifoso che, il 6 ottobre scorso, nel corso dell’incontro di calcio Sicula Leonzio – Bisceglie, ha acceso un fumogeno e ha lanciato un petardo.