Succede a Siracusa e provincia: 16 novembre MATTINA - Newsicilia

Succede a Siracusa e provincia: 16 novembre MATTINA

Succede a Siracusa e provincia: 16 novembre MATTINA

SIRACUSA – Ecco le operazioni più importanti condotte dalla polizia e dai carabinieri a Siracusa e provincia:

  • Nell’ambito del progetto “Trinacria”, agenti delle Volanti insieme a personale del Reparto Prevenzione Crimine di Catania, hanno effettuato un servizio di controllo del territorio e hanno identificato 81 persone, controllato 36 veicoli, ritirato 2 documenti ed elevato 4 sanzioni amministrative. Nell’ambito del servizio è stato denunciato un uomo di 59 anni per aver violato le disposizioni del Daspo Urbano cui era sottoposto e sono stati controllate anche 41 persone con limitazioni della libertà personale.
  • Nell’ambito di un servizio interforze finalizzato al contrasto delle piazze dello spaccio nel territorio di Lentini, agenti del Commissariato di pubblica sicurezza di Lentini insieme a militari della Guardia di Finanza e dei carabinieri, hanno effettuato un servizio di controllo del territorio e hanno identificato 24 persone, controllato 10 veicoli e 10 soggetti sottoposti a limitazioni della libertà personale.
  • I carabinieri della Comando Provinciale di Siracusa, in collaborazione con personale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, hanno effettuato un vasto servizio coordinato per verificare il rispetto delle norme in materia di giochi, ispezionando numerosi centri di raccolta scommesse su rete fisica. In tale ambito, i carabinieri della Stazione di Cassibile hanno in particolare rilevato la presenza all’interno di tali locali di un computer destinato a forme di gioco non rispondente alle caratteristiche previste dalla vigente normativa. Il dispositivo informatico è stato pertanto sequestrato ed al gestore del locale è stata elevata una sanzione amministrativa pari a 10mila euro se pagata in misura ridotta.
  • I carabinieri della Stazione di Lentini, in esecuzione di specifica ordinanza emessa dal Tribunale di Siracusa – Sezione Penale, hanno arrestato Raoul Lo Re (nella foto in basso) 22enne lentinese, già sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di residenza. Il soggetto, infatti, a seguito di indagini svolte dai militari della Stazione carabinieri di Carlentini, è stato ritenuto responsabile di un tentato furto avvenuto lo scorso mese di ottobre nelle pertinenze di una civile abitazione sita a Carlentini, quando era quindi già sottoposto, per altre ragioni, all’obbligo di dimora. Il soggetto, dopo le formalità di rito, è stato ristretto agli arresti domiciliari.

Raoul Lo Re, 22 anni