Succede a Siracusa e provincia: 12 dicembre POMERIGGIO

Succede a Siracusa e provincia: 12 dicembre POMERIGGIO

SIRACUSA – Ecco l operazioni condotte dai carabinieri a Siracusa e provincia:

  • Nel corso della giornata di ieri, i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Siracusa hanno arrestato C.E., 23anni, disoccupato siracusano e incensurato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nel corso dei servizi volti al contrasto del fenomeno dello spaccio di droga, i militari dell’Arma hanno deciso di effettuare una mirata perquisizione domiciliare, in cui hanno trovato all’interno di un armadio della camera da letto del 23enne siracusano, ben due panetti di hashish del peso di 200 grammi, 9 dosi di marijuana del peso di 10 grammi ed un bilancino di precisione. Lo stupefacente sequestrato sarebbe stato destinato agli assuntori della città ed avrebbe fruttato nella vendita al dettaglio circa 2000 euro. Il giovane, accompagnato nei locali della compagnia carabinieri per le formalità di rito, è stato sottoposto agli arresti domiciliari così come disposto dall’autorità giudiziaria di Siracusa.



  • Nel corso della nottata odierna, a Rosolini, i carabinieri della locale stazione, insieme con i militari dell’aliquota radiomobile della compagnia di Noto, sono intervenuti in contrada Tagliati, dove era in atto una macellazione abusiva di ovini. Diversi capi di bestiame sarebbero stati, infatti, rubati da un ovile poco distante per essere successivamente uccisi al fine di essere macellati. Sul posto anche il proprietario dell’ovile, il quale avrebbe ritrovato gli animali esanimi raccolti in un punto, pronti ad essere caricati per la successiva macellazione.

  • Nel corso della notte appena trascorsa, i militari della stazione dei carabinieri di Melilli, insieme con il personale dell’aliquota radiomobile della compagnia di Augusta, nell’ambito di un predisposto servizio finalizzato al contrasto dei reati contro il patrimonio, e seguito di un controllo di un furgone apparso sospetto, hanno rinvenuto nel cassone circa 100 litri di gasolio di cui il conducente non sapeva giustificare la provenienza. Durante la perquisizione, avvenuta in una strada poco frequentata di contrada Pietre Nere, i militari accertavano la presenza di diverse taniche di plastica tutte riempite del carburante e stipate nella parte posteriore dell’autocarro. L’uomo che era alla guida, P.D., 36enne commerciante di quel centro abitato, è stato deferito alla competente autorità giudiziaria quale persona indagata per il reato di ricettazione, poiché non ha spiegato la legittima provenienza del gasolio che stava trasportando. L’automezzo e le taniche di carburante sono stati, quindi, sottoposti a sequestro dai carabinieri.

 

Commenti