Succede a Messina e provincia: 11 febbraio POMERIGGIO - Newsicilia

Succede a Messina e provincia: 11 febbraio POMERIGGIO

Succede a Messina e provincia: 11 febbraio POMERIGGIO

MESSINA – Ecco le operazioni svolte dai carabinieri a Messina e provincia:

  • I carabinieri della stazione di Messina Giostra, ieri, hanno eseguito un ordine di carcerazione, emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Messina, a carico di A.M. 32enne messinese, pregiudicata. Dopo aver rintracciato la donna, senza fissa dimora, le è stato notificato il provvedimento restrittivo della libertà personale, poiché riconosciuta colpevole dei reati di tentata rapina aggravata in concorso e porto abusivo di armi, commessi a Messina nel 2014, per i quali doveva ancora espiare la pena di 3 mesi e 19 giorni di reclusione. Su disposizione dell’autorità giudiziaria è stata portata al carcere di Messina Gazzi;
  • Ieri sera i carabinieri del nucleo Radiomobile di Messina, in collaborazione con i carabinieri della compagnia di Barcellona Pozzo di Gotto (Messina), hanno arrestato, in flagranza di reato, A.A. di 25 anni residente a Barcellona Pozzo di Gotto, che sarebbe responsabile di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti e porto di coltelli di genere vietato. Il ragazzo sarebbe stato fermato, durante un controllo a Villaggio Aldisio, alla guida della propria auto e insospettiti dal suo comportamento hanno eseguito la perquisizione personale e veicolare trovando 2 involucri di plastica contenenti 106 grammi di marijuana, occultati all’interno dell’abitacolo, e inoltre due coltelli di genere vietato. La perquisizione nell’abitazione del giovane ha permesso di trovare ulteriori 16 grammi di marijuana e un bilancino di precisione. Lo stupefacente, i coltelli e il bilancino di precisione sono stati sequestrati e il soggetto è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e ristretto nella camere di sicurezza della stazione carabinieri di Messina Gazzi a disposizione della Procura della Repubblica di Messina. Questa mattina il giudice del tribunale di Messina, dopo aver convalidato l’arresto, ha rimesso in libertà il ragazzo sottoponendolo all’obbligo di dimora con divieto di allontanarsi dall’abitazione nelle ore notturne.



Per rimanere sempre aggiornato scarica la nostra app.