Succede a Catania e provincia: 18 febbraio MATTINA - Newsicilia

Succede a Catania e provincia: 18 febbraio MATTINA

Succede a Catania e provincia: 18 febbraio MATTINA

CATANIA – Le operazioni condotte dai carabinieri a Catania e provincia:

  • i carabinieri della Stazione di Catania Aeroporto hanno denunciato due pregiudicati di Niscemi (CL), uno di 35 e l’altro di 23 anni, poiché ritenuti responsabili di furto aggravato in concorso. Atterrati nello scalo etneo a bordo di un aereo proveniente da Roma Fiumicino, i due si sono recati nella zona riservata alla riconsegna dei bagagli, luogo in cui, dal nastro trasportatore, oltre a ritirare i loro bagagli hanno “sbadatamente” prelevato quello di un ignaro passeggero, rimasto poi per diversi minuti ad aspettare inutilmente il passaggio della propria valigia. La denuncia presentata ai carabinieri dalla vittima (un 30enne di origini marocchine residente e impiegato nel capoluogo etneo), è servita ai militari per attivare una proficua attività investigativa che, avvalendosi dei sistemi di video sorveglianza, ha fissato i due malviventi sia al momento del furto del bagaglio, che nel preciso istante in cui salendo a bordo di un’autovettura, tramite la targa, hanno svelato la loro presunta identità. Ipotesi confermata poi dai carabinieri di Niscemi, i quali, ricevuta la telefonata dai colleghi di Catania, hanno fatto visita ai sospetti che, posti dinanzi alle loro responsabilità, non hanno potuto far altro che consegnare la valigia per fortuna ancora integra;

 


  • i carabinieri del Nucleo Radiomobile del Comando Provinciale hanno arrestato nella flagranza il 19enne catanese Davide La Rosa, poiché ritenuto responsabile di spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti. L’ottimo spirito di osservazione dei militari di pattuglia ha consentito loro di svelare l’attività illecita posta in essere dal giovane pusher sorpreso a piazzare alcune dosi al cliente di turno. Bloccato e perquisito sul posto, è stato trovato in possesso di 15 dosi di marijuana e un bilancino elettronico di precisione, utilizzato in loco per pesare e dosare la marijuana da porre in vendita. La droga è stata posta sotto sequestro;

  • i carabinieri della Stazione di Gravina di Catania hanno arrestato il 42enne Simone Di Grazia del posto, in esecuzione di un ordine per la carcerazione emesso dalla Corte di Appello di Messina. L’uomo, già condannato dai giudici per rapina aggravata in concorso e riciclaggio, reati commessi il 20 aprile 2017 a Messina, dovrà scontare la pena comminatagli equivalente a 5 anni di reclusione. L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato portato nel carcere di Catania Piazza Lanza.