Succede a Catania e provincia: 17 agosto MATTINA

Succede a Catania e provincia: 17 agosto MATTINA

CATANIA – Ecco le operazioni condotte dai carabinieri a Catania e provincia:

  • i carabinieri di Giarre hanno arrestato un 34enne per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I militari, dopo una breve ma proficua attività info-investigativa, hanno proceduto a una perquisizione domiciliare in casa dell’uomo, dove sono stati ritrovati circa 80 grammi di marijuana, di cui parte già suddivisa in dosi, 3 bilancini di precisione e somma contante pari a 445 euro, in banconote di vario taglio, verosimile guadagno di spaccio, tutto sottoposto a sequestro. Dopo le formalità di rito lo spacciatore è stato messo a disposizione dell’autorità giudiziaria, in attesa dell’udienza per direttissima;

 



  • i carabinieri di Gravina di Catania hanno arrestato un pregiudicato 34enne in esecuzione di un decreto di sospensione di misura alternativa degli arresti domiciliari del Tribunale di Sorveglianza di Catania. L’uomo, agli arresti domiciliari per atti persecutori e lesioni personali commessi a Catania nel febbraio 2016, dovrà scontare la pena di 5 mesi e 5 giorni di reclusione. L’uomo, dopo le formalità di rito, è stato condotto nel carcere di Catania di piazza Lanza a disposizione dell’autorità giudiziaria;

 

  • i carabinieri di Catania hanno arrestato Sebastiano Giuffrida, 26 anni, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I militari stavano osservando lo spacciatore prendere contatti con acquirenti occasionali e cedere loro involucri di marijuana in cambio di denaro. Sottoposto a perquisizione è stato trovato in possesso di 3 involucri contenenti marijuana del peso complessivo di 6 grammi e 25 euro ritenuti guadagno dell’attività illecita. Dopo le formalità di rito, il 26enne è stato posto a disposizione dell’autorità giudiziaria;
  • i carabinieri di Catania hanno arrestato Maria Grillo, 32 anni, per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. I militari, dopo una breve ma proficua attività info-investigativa, hanno deciso di effettuare una perquisizione domiciliare a casa della donna dove è stata ritrovata e sequestrata cocaina del peso di circa 8 grammi nascosta in un arredo della casa e 250 euro ritenuti guadagno dell’illecita attività. Dopo le formalità di rito, la donna è stata posta a disposizione dell’autorità giudiziaria.