Succede a Caltanissetta e provincia: 14 luglio MATTINA - Newsicilia

Succede a Caltanissetta e provincia: 14 luglio MATTINA

Succede a Caltanissetta e provincia: 14 luglio MATTINA

CALTANISSETTA –  Le operazioni più importanti condotte dai carabinieri a Caltanissetta e provincia:

  • I carabinieri di Gela, nel corso di un servizio preventivo, hanno denunciato in stato di libertà un 40enne, operaio locale, alla Procura di Gela per guida in stato di ebbrezza alcolica poiché, durante un controllo è stato trovato a bordo del proprio autoveicolo in stato di alterazione psicofisica e attraverso l’etilometro è stato accertato che i valori erano superiori oltre tre volte a quelli consentiti dalla legge. La patente di guida è stata ritirata e il veicolo sequestrato ai fini della confisca;
  • I militari dell’Arma di Gela hanno arrestato per evasione dagli arresti domiciliari V.A., 50enne locale detenuto per altra causa, poiché, in violazione delle prescrizioni imposte, è stato sorpreso in strada. L’uomo ha giustificando la sua assenza poiché doveva fare acquisti. Lo stesso è stato nuovamente portato nella propria abitazione a disposizione della procura di Gela in attesa di giudizio.
  • I militari dell’Arma di Mazzarino hanno dato esecuzione all’ordinanza emessa dall’ufficio giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Gela, che sottopone alla misura cautelare della presentazione alla polizia giudiziaria un cittadino mazzarinese, R.N. di anni 61. Quest’ultimo, il 15 giugno scorso si è reso responsabile del reato di incendio, appiccando diversi focolai che avevano causato danni a terreni e strutture con pericolo per l’incolumità delle persone;
  • I militari dell’Arma di Riesi e del NORM, insospettiti da un insolito via vai davanti ad un portone d’ingresso di una palazzina, hanno proceduto al controllo dell’abitazione di una coppia di giovani riesini, F.R. e C.C.D. di 34 e 26 anni, tra l’altro già noti agli operanti, che, perquisiti all’interno del loro domicilio, anche grazie all’ausilio di “Ron”, l’unità cinofila dell’Arma, sono stati trovati in possesso di un involucro contenente, numerose dosi già pronte per lo smercio, di quasi un etto e mezzo di marijuana e di una ventina di dosi
    di eroina. A seguito di ciò i giovani sono stati arrestati e, dopo le formalità di rito, posti a disposizione della procura della Repubblica di Caltanissetta in attesa di giudizio, venendo poi trasferiti, con non poca difficoltà, in carcere. L’uomo, infatti, è andato in escandescenza e ha danneggiato un veicolo dell’Arma e dovrà quindi rispondere anche di resistenza a pubblico ufficiale e tentata evasione e danneggiamento del veicolo .



Per rimanere sempre aggiornato scarica la nostra app.