Stanco degli insulti dei compagni di classe, prende da solo il treno per andare dai nonni in Sicilia: l’avventura di un 15enne “fuori sede”

Stanco degli insulti dei compagni di classe, prende da solo il treno per andare dai nonni in Sicilia: l’avventura di un 15enne “fuori sede”

GELA – Avrebbe provato un vero e proprio “viaggio della disperazione“, da nord a sud, causato probabilmente dagli insulti dei suoi stessi compagni di classe, i suoi coetanei. Sarebbe quanto accaduto a un ragazzino di 15 anni, siciliano di origini, ma residente a Torino.


Il giovane, probabilmente stanco di essere continuamente deriso dai suoi compagni di classe, avrebbe deciso di prendere, completamente solo, un treno diretto a Gela, nel Nisseno, per raggiungere i suoi nonni lì residenti.


Un viaggio che, però, sarebbe durato solo qualche chilometro. Infatti, il 15enne avrebbe viaggiato senza biglietto da Torino fino a Genova dove, fermato da un controllore, avrebbe ammesso spontaneamente di essere sprovvisto del titolo di viaggio.


Per questo sarebbe stato consegnato alla Polizia ferroviaria, i cui agenti avrebbero avvertito i genitori del giovane, ignari di quanto stava accadendo.



Immagine di repertorio