Sparatoria a Catania, sangue e lacrime a San Giorgio: le vittime sono Luciano D’Alessandro e Vincenzo Scalia

Sparatoria a Catania, sangue e lacrime a San Giorgio: le vittime sono Luciano D’Alessandro e Vincenzo Scalia

CATANIA – Sono Vincenzo Scalia, 29 anni – conosciuto come Enzo Negativa –  e Luciano D’Alessandro, 48 anni, i due soggetti che hanno perso la vita ieri sera a seguito della sparatoria avvenuta a San Giorgio.



Nelle foto rispettivamente da sinistra verso destra Vincenzo Scalia e Luciano D’Alessandro



Nel quartiere del capoluogo etneo, le strade si sono macchiate di sangue: nella vicenda sono state coinvolte sei persone, due decedute e quattro rimaste ferite.

Al vaglio degli inquirenti ci sarebbero le cause che avrebbero spinto i due gruppi criminali a far degenerare un chiarimento trasformatosi poi in colpi di arma da fuoco.

Non è escluso che quanto accaduto sia legato anche alla gestione del traffico di droga nella zona.

Indagini sono ancora in corso. Intanto la Procura di Catania, con a capo delle indagini il sostituto procuratore della D.D.A Alessandro Sorrentino e coordinate dal procuratore aggiunto Ignazio Fonzo, ha aperto un’inchiesta.

Secondo quanto riportato dall’Ansa, i feriti sono C.M.S. di 26 anni, A.C.B. di 31 anni, L.G. di 56 anni e R.P. di 40 anni.

Nessuna pista, al momento, pare sia esclusa: gli inquirenti starebbero facendo luce anche sul ferimento di un 24enne avvenuto la notte scorsa nel quartiere San Berillo. S.M.fratello di uno storico esponente del clan Cappello – sarebbe rimasto ferito a un polpaccio, raggiunto da un colpo di arma da fuoco.