Spaccio vicino le scuole e ricettazione, via vai dalla Tunisia - Newsicilia

Spaccio vicino le scuole e ricettazione, via vai dalla Tunisia

Spaccio vicino le scuole e ricettazione, via vai dalla Tunisia

PALERMO – La Polizia di Stato ha arrestato due cittadini tunisini gravati da ordine di carcerazione. L’effettuazione degli arresti è giunta nel corso di rafforzati servizi predisposti per prevenire e reprimere l’ingresso non autorizzato di cittadini extracomunitari, a bordo di mezzi navali, in arrivo dalla Tunisia nel nostro territorio, da parte di personale della Polizia di Frontiera Marittima di Palermo.

In particolare, nel corso dei controlli, è stato fermato il cittadino tunisino, Ayed Aymen, 33enne, in quanto colpito da Ordine di Esecuzione di Misura Cautelare personale
in carcere emesso dal Tribunale di Marsala poiché sul predetto pendeva un decreto di latitanza, per avere commesso ripetutamente attività di spaccio posta in essere nei pressi
di istituti scolastici.




Il secondo tunisino arrestato risponde al nome di Bedrouch Sassi Ben Mohamed, 41enne poiché colpito da decreto di ripristino dell’Esecuzione di Carcerazione emesso dal Tribunale di Palermo per i reati di ricettazione e falsità commessa da privato.

Entrambi i cittadini tunisini arrestati, sono stati individuati dai poliziotti a bordo di una motonave di linea in arrivo dalla Tunisia, nonostante l’elevato numero di passeggeri.