“Spaccio perché sono senza lavoro”, Andrea Fasone finisce in manette dopo la perquisizione dei carabinieri

“Spaccio perché sono senza lavoro”, Andrea Fasone finisce in manette dopo la perquisizione dei carabinieri

ACIREALE – I carabinieri del Nucleo Operativo della compagnia di Acireale, supportati dai colleghi della Stazione di Acireale, hanno arrestato il 42enne Andrea Fasone, originario di Aci Catena, poiché ritenuto responsabile di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti.


L’uomo, monitorato dai militari dopo il trasferimento di domicilio, avevano maturato dei sospetti sulle sue attività e, per questo, sono intervenuti nel momento in cui il 42enne ha effettuato un’uscita dalla propria abitazione.


Una volta dentro, i carabinieri hanno trovato e sequestrato uno zaino contenente circa 200 grammi di marijuana, nascosto in camera da letto, un bilancino elettronico di precisione, del materiale comunemente utilizzato dagli spacciatori per confezionare le dosi di stupefacente da vendere , nonché un elenco, riportato a penna su di una piccola scatola di cartone, riepilogante clienti, denaro e quantità di stupefacente ceduto a credito.


In foto Andrea Fasone, 42 anni

Messo alle strette, l’uomo ha confessato ai carabinieri di aver intrapreso l’attività di spacciatore perché senza lavoro, aggiungendo di aver riservato alla clientela la massima attenzione con consegne della droga a domicilio e una linea telefonica mobile dedicata.