Spaccia crack e marijuana, viene beccato e tenta la fuga: in manette pregiudicato 28enne

Spaccia crack e marijuana, viene beccato e tenta la fuga: in manette pregiudicato 28enne

Spaccia crack e marijuana, viene beccato e tenta la fuga: in manette pregiudicato 28enne

PALERMO – La Polizia di Stato, nell’ambito di specifiche attività di controllo del territorio volte al contrasto del traffico di droga nel capoluogo, ha arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti M.G., 28enne palermitano, con precedenti specifici.


L’arresto è stato svolto nel quartiere Porta Nuova di Palermo, dove gli agenti dell’omonimo Commissariato di Pubblica Sicurezza hanno svolto un’attività di osservazione e appostamento in piazza Montegrappa. Lì, infatti, avevano notato stazionare, in evidente stato di attesa, un soggetto, M.G., a loro già conosciuto per i suoi precedenti specifici in materia di stupefacenti.


L’attività, svolta in abiti civili, ha permesso dopo pochi minuti di documentare un tipico episodio di spaccio; infatti, al sopraggiungere di un acquirente, giunto a bordo di scooter, M.G. si è allontanato in direzione della vicina piazza Porcelli, per poi tornare e consegnare un involucro in cambio di una non precisata somma di denaro.

Poco dopo i poliziotti hanno notato M.G. allontanarsi nuovamente in direzione di piazza Porcelli e hanno deciso quindi di seguirlo allo scopo di effettuare un controllo.

Essendosi mantenuti a distanza, hanno potuto notare che il 28enne palermitano, giunto nei pressi di uno scarrabile, si è chinato prelevando da sotto il cassone un sacchetto in cellophane. Tale gesto tuttavia non passava inosservato ai poliziotti che, pertanto, gli hanno intimato l’Alt Polizia.

Il 28enne, vistosi scoperto, ha riposto all’interno del proprio marsupio quanto preso da sotto il cassone e ha tentato la fuga spintonando uno degli agenti; non riuscendo nel suo intento, è stato subito bloccato dagli operatori.

L’ispezione del luogo intorno al cassone ha permesso di trovare 5 involucri contenenti marijuana, mentre la perquisizione personale a cui è stato sottoposto il giovane ha permesso di trovare all’interno del suo marsupio 5 involucri in cellophane, (identici a quelli trovati sotto in cassone) di cui 4 contenenti marijuana e uno contenente crack, un telefono cellulare e denaro contante pari a 64,50 euro. Tutto il materiale rinvenuto è stato sequestrato.

Il giovane, che da ulteriori accertamenti è risultato gravato dalla misura coercitiva dell’obbligo di dimora presso il comune di residenza, è stato arrestato in attesa del rito della direttissima.

Immagine di repertorio