Sogna di diventare donna, ma preso dallo sconforto tenta il suicidio: 30enne beve candeggina e si taglia i polsi

Sogna di diventare donna, ma preso dallo sconforto tenta il suicidio: 30enne beve candeggina e si taglia i polsi

TERRASINI – Il sogno di una vita, diventare donna. Gli estenuanti tentativi per cambiare sesso. Lo sconforto e il peso di una scelta che non sempre i benpensanti accettano. È il quadro emotivo che ha spinto un giovane di 30 anni a tentare il suicidio a Terrasini.

Ha racchiuso tutto il disagio patito per le condizioni in cui era costretto a vivere in un biglietto che ha lasciato prima di tentare di compiere l’estremo gesto. Poi ha bevuto della candeggina e si è reciso i polsi

A salvarlo la richiesta di aiuto di un’amica di Cinisi che, venuta a conoscenza delle intenzioni del giovane, ha allertato i carabinieri, giunti in casa del giovane insieme ai sanitari del 118.

Provvidenziale l’intervento del medico che, trovato il 30enne in una pozza di sangue e privo di conoscenza, è riuscito a bloccare l’emorragia dai polsi. 

Il giovane è stato trasferito d’urgenza all’ospedale di Partinico, dove viene tenuto sotto osservazione. Le sue condizioni non sarebbero gravi.

Commenti