Soggetto socialmente "pericoloso", disposto sequestro di beni dal Tribunale di Catania: 400mila euro il valore - Newsicilia

Soggetto socialmente “pericoloso”, disposto sequestro di beni dal Tribunale di Catania: 400mila euro il valore

Soggetto socialmente “pericoloso”, disposto sequestro di beni dal Tribunale di Catania: 400mila euro il valore

RAGUSA – Su delega della Procura distrettuale di Ragusa, i carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Ragusa hanno dato esecuzione a un decreto di sequestro di beni emesso dalla Sezione misure di prevenzione del Tribunale di Catania, a carico di B. O. di 43 anni, originario di Comiso (Ragusa), già noto alle forze dell’ordine e finito al centro di una indagine patrimoniale.

Il sequestro cautelare ai fini di confisca ha interessato: un locale commerciale di circa 230 mq, adibito a negozio di abbigliamento, ubicato al centro del comune di Comiso; un appartamento di 165 mq a Comiso in contrada “Mastrella” e il 100% delle quote societarie della “Follow Store s.r.l.”, società gestore del citato negozio di abbigliamento.



Il destinatario del provvedimento è ritenuto socialmente pericoloso in quanto vive stabilmente dei guadagni di attività delittuose, in particolare di spaccio di sostanze stupefacenti.

La proposta di sequestro, finalizzata alla confisca, è stata avanzata dalla Procura della Repubblica di Catania a seguito di mirate e capillari indagini di carattere patrimoniale, svolte dai carabinieri di Ragusa, che hanno permesso di accertare la disponibilità in capo al 43enne di beni sproporzionati rispetto ai redditi dichiarati, taluni dei quali intestati a un prestanome e acquisiti con i guadagni illeciti delle attività delittuose.


Al termine dell’esecuzione, i beni, del valore complessivo di circa 400mila euro, sono stati messi in possesso dell’amministratore giudiziario nominato dal Tribunale.

Immagine di repertorio