Situazione inquietante in carcere, detenuto con tubercolosi contagia agente: era rinchiuso da novembre - Newsicilia

Situazione inquietante in carcere, detenuto con tubercolosi contagia agente: era rinchiuso da novembre

Situazione inquietante in carcere, detenuto con tubercolosi contagia agente: era rinchiuso da novembre

AGRIGENTO – Allarme rosso all’interno del carcerePasquale Di Lorenzo” di Agrigento, dove un agente penitenziario sarebbe stato contagiato da un detenuto sofferente di tubercolosi. La notizia sarebbe stata appresa dagli altri carcerati e colleghi del poliziotto solo dal 14 febbraio scorso, il che aprirebbe uno scenario ancora più inquietante di quanto non sembri.

Il detenuto “untore” infatti, sarebbe presente all’interno del carcere da novembre 2019. Nessuno sarebbe stato informato del suo stato di salute, dunque, il contagio potrebbe non aver toccato solo l’agente colpito dai batteri, ma anche compagni di cella, altri poliziotti e familiari.


Per questo i membri del corpo di polizia penitenziaria saranno con ogni probabilità sottoposti al test di Mantoux, che permetterà di verificare il loro stato di salute. Il test, però, non sarebbe previsto per i membri delle loro famiglie, cosa che avrebbe generato ulteriori motivi di preoccupazione all’interno del corpo di polizia operante all’interno del carcere.

Si ricorda che è da tempo che i sindacati e gli agenti di polizia penitenziaria siciliani protestano e organizzano sit-in per il miglioramento delle loro condizioni lavorative.

Immagine di repertorio