Sicilia, l’erosione delle spiagge aumenta del 60%: Legambiente contro la cementificazione delle coste

Sicilia, l’erosione delle spiagge aumenta del 60%: Legambiente contro la cementificazione delle coste

PALERMO – Allarme spiagge italiane. L’erosione colpisce circa la metà delle spiagge italiane e le cause, come nella maggioranza dei casi, sono riconducibili all’uomo. La cementificazione delle coste per costruire edifici e porticcioli ha alterato il corso naturale delle correnti e delle mareggiate nel tempo.


Si tratta di una vera e propria alterazione della dinamica litoranea naturale e il risultato è che negli ultimi 50 anni sono spariti 40 milioni di metri quadrati di spiagge.


Secondo Legambiente negli ultimi 50 anni i litorali erosi si sono triplicati e, inoltre, i dati evidenziano un profondo dislivello tra Nord e Sud del Paese, con picchi fino al 60% in Sicilia e in Calabria.


Per combattere questa minaccia, Legambiente ha presentato il portale www.paesaggicostieri.org, realizzato in collaborazione con università e centri di ricerca italiani. Sul portale si trovano analisi e ricerche scientifiche sull’argomento. L’obiettivo è aumentare l’attenzione sui fenomeni di degrado in corso, e fornire risposte concrete per la tutela dei paesaggi costieri. Particolare attenzione viene data all’effetto dei cambiamenti climatici, al consumo di suolo e ai nuovi modelli di uso degli spazi e di turismo.



Fonte foto: tgcom24