Sicilia, 3 positivi: uno a Misterbianco. Riflettori puntati sulla famiglia di Cibali: la figlia ha frequentato il Grest

Sicilia, 3 positivi: uno a Misterbianco. Riflettori puntati sulla famiglia di Cibali: la figlia ha frequentato il Grest

PALERMO – Sono tre i nuovi casi positivi in Sicilia, due nel capoluogo siciliano e uno nel Catanese, esattamente a Misterbianco, dove si teme la presenza di un mini focolaio.


I nuovi casi

I tre nuovi positivi si troverebbero in isolamento domiciliare, l’uomo del comune catanese avrebbe accusato sintomi lievi e, sottoposto a tampone, sarebbe risultato contagiato: l’Asp, come da protocollo, avrebbe attivato le procedure per risalire alla cerchia di persone venute in contatto con l’uomo.


Intanto, della famiglia positiva residente nel quartiere Cibali di Catania, – e non Librino come si era inizialmente diffuso – ben due soggetti si troverebbero ricoverati.


La famiglia catanese positiva

Confusione, c’è da dire, era stata fatta per la famiglia catanese: a distanza di giorni dalla vicenda, il quadro sembra essere più chiaro; positivi sarebbero risultati il padre, la madre e il figlio maggiorenne. All’inizio sembrava che ad essere contagiata fosse stata anche un’altra figlia, minorenne, risultata successivamente negativa al tampone effettuato ma su cui sono puntati i riflettori: secondo quanto riportato da La Repubblica, infatti, la piccola avrebbe frequentato un Grest estivo nel quartiere di residenza e si temono possibili contagi.



La prima ad essere risultata positiva sarebbe stata la madre che, a causa di un sinistro stradale, sarebbe giunta al Pronto Soccorso dell’ospedale Cannizzaro per delle cure. Sottoposta a tampone l’esito è stato, purtroppo, positivo. La donna sarebbe stata trasferita all’ospedale San Marco di Catania mentre l’Asp avrebbe iniziato le procedure di routine per ricostruire la cerchia di persone venuta in contatto con la contagiata.

I casi di positività, però, si sono “allargati” nella stessa famiglia: ad essere risultato positivo sarebbe stato anche il cognato.

Migranti infetti

E intanto la situazione migranti positivi in Sicilia continua ad allarmare e a preoccupare: dei 60 extracomunitari giunti a Pozzallo nei giorni scorsi, infatti, ben 25 sono positivi. Il primo gruppo sarebbe già stato trasferito a Roma, in una struttura adeguata per la quarantena. Stessa sorte toccherà nei prossimi giorni per gli ultimi rimasti.

Degli 11 infetti presenti sulla nave per la quarantena Moby Zazà, invece, 4 sono ancora positivi e diversi sono i casi in dubbio. Non appena tutti i contagiati risulteranno negativi al doppio tampone, lasceranno il porto di Porto Empedocle (AG).

Immagine di repertorio