Serra in casa per coltivare droga, guadagni choc e furto per diverse migliaia di euro: tre arresti

Serra in casa per coltivare droga, guadagni choc e furto per diverse migliaia di euro: tre arresti

PALERMO – Lo scorso venerdì sera i carabinieri della compagnia di Bagheria hanno arrestato Giovanni Billitteri (35 anni), Giuseppe Caruso (30 anni) e Piero Saitta (33 anni), tutti palermitani originari del quartiere Falsomiele. I tre sarebbero accusati di coltivazione di sostanze stupefacenti e furto aggravato di energia elettrica in concorso.

Il gruppo aveva allestito, all’interno di una villetta in contrada San Nicola L’Arena, di proprietà del 35enne, una serra per la coltivazione di marijuana. I militari, al momento dell’irruzione nell’abitazione, hanno trovato ben 376 piante di “cannabis indica” in infiorescenza, di altezza variabile tra i 50 e i 110 centimetri, e un complesso sistema di illuminazione, aerazione e ventilazione per la coltivazione e del materiale fertilizzante.



I successivi accertamenti dei militari hanno permesso di verificare che l’impianto, artigianalmente realizzato per la coltivazione, era alimentato da un allaccio alla rete di distribuzione elettrica.


Il danno arrecato al gestore della fornitura elettrica è stato stimato per circa 100.000 euro, mentre il valore della sostanza stupefacente, una volta messa sul mercato, avrebbe fruttato al gruppo un provento di circa 30.000 euro.