Senza stipendi da oltre un anno, continua l’odissea dei lavoratori Buda e Sag. Lo Schiavo (Fast Confsal): “Chiediamo l’intervento di Musumeci”

Senza stipendi da oltre un anno, continua l’odissea dei lavoratori Buda e Sag. Lo Schiavo (Fast Confsal): “Chiediamo l’intervento di Musumeci”

GIARRE – Procede l’odissea dei lavoratori del trasporto su strada delle aziende Buda e Sag, che non percepirebbero lo stipendio da oltre un anno. Una situazione che metterebbe in difficoltà intere famiglie.


È paradossale quello che sta succedendo in merito alla vertenza che vede interessati i lavoratori delle Autolinee BUDA e SAG, senza stipendi da oltre un anno e senza concreta prospettiva di lavoro“, spiega il Segretario della Fast Confsal Giovanni Lo Schiavo.


A bloccare la risoluzione della vertenza sarebbe un ulteriore chiarimento chiesto dall’assessorato regionale all’Economia: “Mentre l’assessorato regionale alle Infrastrutture ha inteso bene avvalersi dell’AST Spa (partecipata della Regione Siciliana) per la risoluzione della vertenza, l’assessorato regionale all’Economia, ha chiesto chiarimenti in merito all’AST Spa, la quale, ci risulta, la settimana scorsa, ha fornito le opportune delucidazioni”.



A preoccupare le sigle rappresentati sarebbe la grave situazione in cui si troverebbero i lavoratori, ormai senza un’entrata da mesi, e quella delle loro famiglie: “In buona sostanza, mere enunciazioni, date da buoni propositi, ma nulla di più! A questo punto della situazione, come sindacato, non ci rimane altro che rivolgerci al presidente della Regione, Nello Musumeci, sempre attento e sensibile alle problematiche dei lavoratori a dipanare prima possibile la incresciosa vicenda”, conclude Lo Schiavo.

Immagine di repertorio