Scomparsa di Viviana Parisi e del figlio Joele, parla la cognata: “Sta vagando in stato confusionale, non è stata rapita”

Scomparsa di Viviana Parisi e del figlio Joele, parla la cognata: “Sta vagando in stato confusionale, non è stata rapita”

CARONIA – Ancora è avvolto nel mistero il caso relativo alla scomparsa di Viviana Parisi e del figlioletto Joele, coinvolti in un incidente il 3 agosto, e poi svaniti senza lasciare più alcuna traccia.


Arriva anche una testimonianza della cognata, Mariella Mondello, che racconta che Viviana Parisi avrebbe sofferto di depressione durante il periodo del lockdown, terrorizzata dal fatto che il figlio potesse essere contagiato. Proprio in quel momento avrebbe avuto una sorta di esaurimento tanto da rendere necessario l’intervento dei medici di Barcellona Pozzo di Gotto.


Ma, aggiunge, che non aveva problemi col marito o con i familiari. Da lì poi completa il discorso: “Mia cognata è in stato confusionale e vaga, non è stata rapita. Temiamo possa avere avuto uno shock dopo l’incidente“.



Madre e figlio sono cercati in lungo e in largo, ma ancora non pare esserci un lieto fine. Addirittura, sarebbero stati avvistati a Giardini Naxos, notizia poi smentita.

Vano anche l’appello del marito che, disperato, spera in un ritorno a casa. Non si capisce come mai la donna abbia detto al marito di andare a Milazzo per comprare un paio di scarpe al bambino e poi, invece, si sia trovata a Caronia (distante circa 100 chilometri).


Niente da fare, sembrano essere spariti nel nulla. Tutti sperano ancora di ritrovarla e nel frattempo arrivano segnalazioni da ogni dove: nello specifico, da Rometta e Barcellona Pozzo di Gotto.