Scompare il capodoglio rimasto impigliato nella rete. Il biologo Isgrò: “Ha bisogno di aiuto, rete impigliata nella coda”

Scompare il capodoglio rimasto impigliato nella rete. Il biologo Isgrò: “Ha bisogno di aiuto, rete impigliata nella coda”

LIPARI – Sono momenti di preoccupazione nelle Isole Eolie, appartenenti alla provincia di Messina, dove è partita la ricerca del capodoglio scomparso.


Si tratta di un capodoglio femmina, rimasto impigliato in una rete a largo di Salina. Dopo il soccorso, il cetaceo si sarebbe allontanato fino a perderlo di vista.


A dare la notizia ci ha pensato il biologo marino Carmelo Isgrò, intervenuto in prima persona per liberare il capodoglio. Lo stesso ha scritto qualche ora fa nella propria pagina Facebook: “È stata tolta molta rete che lo imprigionava ma ancora molta rete resta impigliata nella coda e poiché è molto nervoso non si lascia aiutare”.


L’esperto poi continua così: “Stamattina tutti alla sua ricerca e speriamo che oggi possa essere avvistato e che sia magari un po’ più stanco di ieri in modo da lasciarsi aiutare. Va sottolineato che il tentativo di ieri di liberarlo dalla rete è stato un grande lavoro di squadra che ha visto in prima linea gli uomini della Guardia costiera, sia di Lipari che poi della “Diciotti” (che ci hanno scortato per tutta la notte) e ancora dopo del nucleo sommozzatori della Capitaneria di Porto di Napoli. Vi assicuro che operare con dei coltelli su un animale di 12 metri, che si dimena come un pazzo per il dolore e che ha la forza per spostare agilmente le 15 tonnellate del suo peso, non è una cosa da poco”.



Fonte foto: Facebook, Carmelo Isgrò