Scoglitti, la chimera della Rimini del Sud. VIDEO E GALLERY

Scoglitti, la chimera della Rimini del Sud. VIDEO E GALLERY

SCOGLITTI – Un mare cristallino, chilometri e chilometri di spiaggia libera e un antico promontorio dove sorge il museo di Kamarina.

Scoglitti potrebbe avere tutte le carte in regola per essere una delle tante perle dell’area iblea ma la magia del ragusashire non abita da queste parti. Anni di abusivismo edilizio e mancata programmazione hanno lasciato campo libero alle più gettonate Marina di Ragusa o Donnalucata.

Sono migliaia i vittoriesi che hanno “il posto al sole” a Scoglitti ma la capacità attrattiva della frazione sia per i turisti sia per gli abitanti delle città limitrofe è al lumicino. L’appellativo di Rimini del Sud – coniato tempo addietro – non rispecchia la realtà.

Abbiamo accompagnato in un sopralluogo gli esponenti di Fratelli d’Italia da Cammarana sino al centro cittadino. I cittadini della zona di Kamarina lamentano un generale abbandono e in alcune aree – come via delle Telline e via dell’Uguaglianza – le ruspe del Comune hanno accumulato la sabbia proprio davanti alle loro abitazioni.

Con la conseguenza che molti, tra anziani e disabili, sono rimasti letteralmente intrappolati in casa e si sono dovuti mettere di buzzo buono a spalare le dune create sul ciglio della strada.

Mancano spesso le docce e le poche che ci sono risultano a secco e anche nella zona delle spiaggette – dove si lamenta anche la mancanza di acqua corrente – la situazione non migliora.

L’area insignita della bandiera verde per essere a misura di bambino presenta docce a secco, immondizia, scale riparate con provvisorie pedane e chiodi sporgenti e arrugginiti sui passamano.

Chiaramente dove finiscono le responsabilità dell’amministrazione iniziano quelle dei cittadini: gettare sacchi d’immondizia in spiaggia è da incivili così come accatastare gli ombrelloni da sole rotti.

Ma occorre anche dare la possibilità di non essere incivili. Se la grande spiaggia della lanterna ha diversi cestini per i rifiuti direttamente in spiaggia lo stesso non avviene andando verso Baia Dorica. Inoltre numerosi accessi al mare sono chiusi e impraticabili e per i disabili ancora, oltre ad alcune lodevoli iniziative, c’è ancora tanto da lavorare.

Si sa che la stagione estiva a Vittoria, per tradizione, inizia dopo la festività di San Giovanni ma con il nostro clima il turismo potrebbe durare 9 mesi l’anno e farsi trovare già da maggio pronti e attrezzati costituirebbe un vantaggio.

La denuncia dei consiglieri di Fratelli d’Italia (Giovanni Moscato e Andrea Nicosia) con gli esponenti della circoscrizione (Luca Fichera, Salvatore Poidomani, Crocifisso Incorvaia e Alessandro Macauda) arriva nel giorno in cui il sindaco ha stabilito una pulizia di tutto il litorale.

Di certo non basterà una pulizia generale a tramutare Scoglitti in una Rimini del Sud ma quantomeno si cercherà di renderla più vivibile.

 

Commenti