Sanitari aggrediti a Comiso, Razza: "Inasprire le pene contro gli aggressori" - Newsicilia

Sanitari aggrediti a Comiso, Razza: “Inasprire le pene contro gli aggressori”

Sanitari aggrediti a Comiso, Razza: “Inasprire le pene contro gli aggressori”

COMISO – Un infermiere è stato aggredito mentre si trovava in servizio nel presidio territoriale di emergenza di Comiso. L’aggressore, già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato.

A denunciare l’accaduto è la Fsi-Usae, Federazione Sindacati Indipendenti organizzazione costituente della confederazione Unione Sindacati Autonomi Europei.



Sull’aggressione di ieri all’infermiere di Comiso, ricoverato con una prognosi di 25 giorni, si è espresso anche l’assessore regionale alla Sanità, Ruggero Razza: “Spero che l’autore dell’aggressione ai danni del personale sanitario in servizio al presidio territoriale d’emergenza di Comiso resti il più a lungo possibile in galera. Come sempre faremo la nostra parte costituendoci in giudizio, ma ancora una volta faccio appello affinché si inaspriscano le pene nei confronti di quanti muovono un dito contro chi indossa un camice che è sacro al pari di una divisa o del lavoro degli insegnanti. Nei prossimi giorni farò visita all’infermiere e al medico coinvolti in questa brutta vicenda, ai due professionisti esprimo da subito la mia vicinanza e solidarietà”.

Immagine di repertorio


Per rimanere sempre aggiornato scarica la nostra app.