Sale l'attesa a Catania per la Giornata Mondiale delle Vittime della Strada: orari e attività dell'evento in Piazza Università - Newsicilia

Sale l’attesa a Catania per la Giornata Mondiale delle Vittime della Strada: orari e attività dell’evento in Piazza Università

Sale l’attesa a Catania per la Giornata Mondiale delle Vittime della Strada: orari e attività dell’evento in Piazza Università

CATANIA – Domenica 17 novembre 2019 si celebra la “Giornata Mondiale in ricordo delle Vittime della strada”. L’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada Onlus, presieduta da Alberto Pallotti sta organizzando, grazie all’operato dei responsabili di sede, diversi eventi in tutta Italia.

Dalle ore 11 alle 23, la sede di Catania, in sinergia con “Sicilia Risvegli Onlus” e con l’amministrazione comunale etnea, avrà luogo la manifestazione “Ricordare per non dimenticare” nella storica Piazza Università.



In tale occasione, verranno letti i nomi delle vittime siciliane e verranno liberati emblematicamente dei palloncini bianchi in cielo. Grazie a un maxi-schermo, collegato con le altre sedi d’Italia, verranno trasmessi contenuti in diretta.

Come da tradizione verrà osservato un minuto di silenzio in memoria delle vittime. Da Verona interverrà il presidente A.I.F.V.S. Onlus, Alberto Pallotti. Oltre agli striscioni, verrà allestito un gazebo dove verranno diffusi volantini e gadgets, oltre a spazio adibito a raccolta firme.


Verrà proiettato lo spot associativo, cui seguirà un cortometraggio sugli incidenti e il capolavoro “La Voce Negli Occhi – Il Film”, che racconta la storia di Salvatore Crisafulli, a cui partecipò anche Mimmo Crisafulli prima di morire in un incidente stradale a Catania, il 6 marzo 2017.

A partecipare saranno anche il prefetto Claudio Sammartino e la polizia stradale di Catania. Invitate la Croce Rossa Italiana, i vigili del fuoco, e i vigili urbani. Al centro della piazza verrà disegnato un grande cuore con lumini rossi a candela con relative foto.

Presenti familiari di vittime sulla strada, istituzioni locali e regionali. “Vi aspettiamo numerosi per ricordare i nostri angeli”, afferma Pietro Crisafulli.