Sala giochi abusiva e autolavaggio sequestrato: multe per oltre 12mila euro a Catania - Newsicilia

Sala giochi abusiva e autolavaggio sequestrato: multe per oltre 12mila euro a Catania

Sala giochi abusiva e autolavaggio sequestrato: multe per oltre 12mila euro a Catania

CATANIA – Nell’ambito di un servizio interforze di ordine e sicurezza pubblica, disposto dal questore di Catania, personale della polizia di Stato, dei carabinieri, della Guardia di Finanza e della polizia municipale, coordinato dal Commissariato di Librino, ha dato luogo a numerosi e diversificati servizi straordinari di controllo del comprensorio territoriale dei quartieri di Librino e San Giorgio, privilegiando la prevenzione e repressione di reati in genere, delle violazioni al Codice della Strada, delle violazioni al regime delle autorizzazioni per gli esercizi commerciali e degli altri fenomeni d’illegalità evidenti.

In particolare, sono stati istituiti dei posti di controllo in viale Nitta e viale B. Pecorino. Sono state controllate 40 persone, 116 veicoli e sono state fatte 28 contravvenzioni, di cui: 5 per mancata copertura assicurativa per la responsabilità civile e 6 per mancato utilizzo del casco; 2 per inottemperanza all’alt intimato dalla polizia; altri 8 per mancata revisione; una per mancata esibizione di documenti; 3 per mancato utilizzo di cintura di sicurezza; infine altre 2 per uso di cellulare alla guida.



Inoltre, sono stati sequestrati amministrativamente 3 veicoli per la mancanza dell’assicurazione obbligatoria e 3 per guida senza casco.

Si è proceduto anche al controllo della regolarità amministrativa di alcuni esercizi commerciali. In particolare, un autolavaggio nel quartiere Librino è stato trovato sprovvisto di qualsiasi autorizzazione amministrativa, ragion per cui sottoposto a sequestro con conseguente sanzioni pecuniaria per un importo complessivo di 9.132 euro. Il titolare, inoltre, è stato denunciato all’autorità giudiziaria per i reati di furto aggravato di energia elettrica e di scarico abusivo di acque reflue.


È stato denunciato all’autorità giudiziaria e sanzionato amministrativamente anche il titolare di un bar che aveva creato una sala pubblica da gioco senza possedere la prescritta licenza di pubblica sicurezza e omettendo l’esposizione della tabella dei giochi proibiti.

Nel corso del servizio particolare attenzione è stata, inoltre, dedicata a contrastare e reprimere il diffuso fenomeno della detenzione e dello spaccio di sostanze stupefacenti. A tal fine, con l’ausilio di un’unità cinofila antidroga della polizia di Stato sono state effettuate, con esito negativo, 3 perquisizioni volte alla ricerca di droga e armi nelle abitazioni di noti pregiudicati situate in località Vaccarizzo.

Infine, sono stati eseguiti 9 controlli di soggetti sottoposti alla detenzione domiciliare senza riscontrare violazioni.