Rissa in un bar e pugni in faccia ai carabinieri: arrestato giovane violento e denunciate 3 persone

Rissa in un bar e pugni in faccia ai carabinieri: arrestato giovane violento e denunciate 3 persone

PANTELLERIA – Ieri i carabinieri della stazione di Pantelleria hanno arrestato in flagranza di reato per lesioni personali e violenza  e resistenza a pubblico ufficiale,  Giuseppe Catrogiovanni 20enne pantesco, disoccupato. Inoltre, hanno denunciato in stato di libertà altre 3 persone.

Durante lo svolgimento di un servizio di perlustrazione, è stato segnalato ai militari una lite in corso in un bar. Giunti immediatamente sul posto, hanno accertato che era in atto una colluttazione tra due ragazzi all’esterno del locale.



Alla vista dei militari, i due soggetti hanno cessato il litigio, ma uno dei due, C.P., anch’egli pantesco, si è avvicinato con fare ostile ai carabinieri rivolgendo loro frasi offensive e minacciose. Nel frattempo, alcune persone che si trovavano all’interno del locale, hanno riferito che i due giovani avevano già avuto una accesa discussione con un uomo, culminata con una aggressione ai danni di quest’ultimo, che si era conclusa solo pochi minuti prima dell’arrivo dei carabinieri, quando la vittima si era allontanata riportando diverse lesioni.

Nonostante i ripetuti inviti alla calma, i due giovani erano ancora visibilmente alterati, molto probabilmente a causa degli alcolici assunti all’interno del locale, tanto che Castrogiovanni si è avvicinato con fare repentino a uno dei militari sferrandogli un violento pugno sul volto


I militari hanno richiesto telefonicamente ausilio di uomini. Dopo l’arrivo dei rinforzi, i carabinieri hanno provato a bloccare il giovane per condurlo nei locali della caserma ed evitare che la situazione degenerasse ulteriormente.

Il ragazzo tuttavia ha opposto resistenza, sbracciandosi in modo vigoroso e cercando di divincolarsi aiutato da C.P. e altre persone sopraggiunte dall’interno del locale che hanno interferito in maniera animata, intralciando l’operato dei militari. Approfittando di questa situazione, Castrogiovanni ha sferrato un pugno sul volto a un secondo militare, restando ferito. I carabinieri hanno richiesto prontamente l’intervento del personale medico del 118 che ha condotto il giovane in ospedale, non senza grandi difficoltà date dall’atteggiamento dello stesso ancora particolarmente violento.

Sia Castrogiovanni che i carabinieri, colpiti nel corso dell’intervento, hanno ricevuto le cure del caso, quindi il giovane è stato dichiarato in arresto e accompagnato nella propria abitazione in regime di arresti domiciliari, secondo quanto disposto dalla autorità giudiziaria, in attesa del rito direttissimo previsto per la giornata di oggi.