Rapina violenta nel Palermitano: pensionato colpito alle spalle per 500 euro

Rapina violenta nel Palermitano: pensionato colpito alle spalle per 500 euro

PALERMO – In manette Alessandro Botta, 41 anni, per la rapina messa a segno nei confronti di un pensionato palermitano.

Gli agenti della Squadra Mobile del capoluogo siciliano in 48 ore sono riusciti a identificare l’autore del colpo che, insieme ad altri complici, aveva seguito l’anziano che aveva riscosso la pensione della suocera e prelevato dal bancomat del Banco di Sicilia in corso Finocchiaro Aprile 500 euro.

La vittima è stata seguita mentre si dirigeva verso casa con un altro parente in piazza Noce.

A pochi passi dal portone è scattata l’imboscata. Il pensionato, che ha 70 anni, rimasto solo è stato colpito alle spalle con violenza. Nella caduta ha battuto la testa. Il malvivente ha frugato nelle tasche e portato via la pensione e i soldi prelevati al bancomat.

L’anziano è stato soccorso dai sanitari del 118, ma ha subito fornito elementi utili per identificare l’aggressore.

Anche altri testimoni hanno descritto in modo molto preciso uno dei componenti del commando. Botta è stato rintracciato nel quartiere Zisa con gli stessi pantaloncini che indossava al momento della rapina. Non aveva, invece, la maglietta che aveva cambiato e che è stata trovata durante la perquisizione in casa.

Agli agenti avrebbe raccontato che era intervenuto per soccorrere la vittima aggredita. Versione smentita dall’anziano e dai testimoni.

Il rapinatore è stato rinchiuso in carcere e sono in corso indagini per risalire ai complici.

Commenti