Rapina e aggressione in piazza, pregiudicato 27enne arrestato mentre “architettava” la fuga

Rapina e aggressione in piazza, pregiudicato 27enne arrestato mentre “architettava” la fuga

PALERMO – La Polizia di Stato, nel corso delle ultime ore, ha individuato e arrestato Vito Santini, pregiudicato 27enne residente in zona Danisinni, condannato in via definitiva a una pena di 5 anni e 4 mesi per il reato di rapina aggravata.

La sentenza è divenuta definitiva lo scorso 11 ottobre, a seguito della pronuncia di inammissibilità del ricorso in Cassazione presentato dall’imputato contro la citata condanna.



Da allora, Santini, nei cui confronti è stato emesso, pertanto, un ordine di esecuzione per la carcerazione dalla Procura della Repubblica di Palermo, si è reso irrintracciabile nei luoghi di sua principale e abituale dimora e frequentazione.

Gli agenti del commissariato di Pubblica Sicurezza Zisa-Borgo Nuovo hanno setacciato gli ambienti frequentati dal 27enne, fino a presidiare anche con mezzi di “copertura” la zona dei Danisinni. Lo hanno, così, sorpreso nel suo domicilio, dove era tornato per riempire in gran fretta un borsone con indumenti ed effetti personali, plausibilmente per prolungare la sua condizione di irreperibilità e sottrarsi alla cattura.


La pena che Santini dovrà scontare è collegata a una rapina compiuta in piazza Giovanni Meli. In quella circostanza, il giovane, armato di coltello, aveva aggredito un passante e gli aveva sottratto con violenza il cellulare.